La Procura di Milano apre un’indagine sui conti del ‘Sole’. La replica del Gruppo 24 Ore: siamo un libro aperto, massima trasparenza

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo d’indagine a ‘modello 45’, cioè senza ipotesi di reato nè indagati al momento, sulla situazione contabile del ‘Sole 24 Ore’. Come riporta l’Agi, nei giorni scorsi, l’associazione di consumatori Adusbef aveva presentato un esposto al procuratore capo, Francesco Greco, in cui ipotizzava la falsita’ dei bilanci.

La redazione del Sole 24 Ore

“Siamo un libro aperto, massima trasparenza e massima tranquillita’”. E’ la replica del quotidiano il Sole 24 0re dopo la notizia dell’apertura di una indagine da parte della Procura di Milano sulla situazione contabile del giornale.

L’indagine della Procura di Milano sul Sole 24 Ore senza titolo di reato e a carico di ignoti per far luce sui conti del gruppo, ricorda l’Agi, è partita a seguito di un esposto Adusbef. Il 30 settembre si erano dimessi il presidente Giorgio Squinzi e cinque consiglieri di amministrazione del Sole 24 Ore: Livia Pomodoro, Claudia Parzani, Carlo Pesenti, Mauro Chiassarini ed in seguito anche Maria Carmela Colaiacovo. La presidenza pro-tempore e’ stata assunta da Carlo Robiglio e la vicepresidenza dal direttore generale di Confindustria Luigi Abete. E’ stata riconfermata invece la fiducia all’amministratore delegato Gabriele Del Torchio. Ora c’e’ attesa per l’assemblea del Sole 24 Ore in prima convocazione il 14 novembre e in seconda convocazione il 21 novembre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook, Libra sotto la lente dei Governi. Brown, Usa: da pazzi consentire esperimenti su conti corrente. Ministro finanze tedesco: una minaccia

Facebook, Libra sotto la lente dei Governi. Brown, Usa: da pazzi consentire esperimenti su conti corrente. Ministro finanze tedesco: una minaccia

Doccia gelata sugli investimenti pubblicitari. GroupM rivede al ribasso le previsioni di fine anno: -2% (prima erano +1%). Giù tv, radio e stampa

Doccia gelata sugli investimenti pubblicitari. GroupM rivede al ribasso le previsioni di fine anno: -2% (prima erano +1%). Giù tv, radio e stampa

Rai, Di Maio: abbiamo trovato una soluzione per ridurre il canone senza danneggiare la qualità del servizio pubblico

Rai, Di Maio: abbiamo trovato una soluzione per ridurre il canone senza danneggiare la qualità del servizio pubblico