17 ottobre 2016 | 18:00

Urbano Cairo in cima alla classifica dei manager italiani con la migliore reputazione online. Dopo più di due anni cede la prima posizione Sergio Marchionne

Urbano Cairo conquista la vetta della classifica degli imprenditori e manager italiani con la migliore reputazione online. Lo riporta oggi ‘Affari e Finanza’ di ‘Repubblica’, riprendendo la classifica che mensilmente cura per il quotidiano Reputation Manager, prendendo in considerazione quattro macro-aree: l’immagine percepita (ricavata da indicatori come come i suggest e le ricerche correlate), la presenza enciclopedica (wiki), la presenza sui canali del Web 1.0 (news e menzioni) e su quelli del Web 2.0 (blog e social network).

Urbano Cairo (foto Olycom)

Nella sua scalata, Cairo, spiega il quotidiano, ha scalzato dalla prima posizione Sergio Marchionne, ottenendo un punteggio di 70,7, in crescita di più di tre punti rispetto al mese di agosto. La rete, spiega il quotidiano, indica l’editore, presidente del Torino e ora azionista di riferimento di Rcs come un “uomo nuovo dalla ‘storia semplice’ e pieno di coraggio nell’opportsi ai salotti della finanza nazionale”. Marchione al contrario, dopo aver guidato la graduatoria per 2 anni e 2 mesi, sarebbe scivolato in quarta posizione, pagando, a giudizio del web, le performance negative della Ferrari in Formula 1 e il suo intervento alla Luiss nel quale aveva parlato di “capitalismo immorale”. “Questo dimostra come sul web non esistano rendite di posizione: un’increspatura può trasformarsi in un grande onda che può creare danni persistenti alla reputazione online di un top manager”, commenta Andrea Barchiesi, ceo di Reputation Manager.

A completare il podio Claudio Descalzi, ad di Eni, e il presidente di Telecom Italia Giuseppe Recchi, mentre dal quinto al decimo posto figurano: Diego della Valle (Tod’s), Flavio Cattaneo (Telecom), Andrea Bonomi (Investindustrial),Marina Berlusconi (Fininvest), Marco Tronchetti Provera (Pirelli) e John Elkann (Fiat).