19 ottobre 2016 | 11:46

Utile sopra le attese, ma ricavi in calo per Yahoo nel terzo trimestre. Continuiamo a lavorare all’integrazione con Verizon, dice l’ad Mayer. Ma il gigante delle tlc chiede chiarimenti dopo il cyber attacco

Le difficoltà per Yahoo! non accennano a diminuire. Il colosso chiude il terzo trimestre con un utile, sopra le attese degli analisti, a 162,8 milioni di dollari. I ricavi core, al netto delle commissioni pagate ai partner per il traffico web, sono calati del 14% a 857,7 milioni di dollari, mostrando il protrarsi delle dei problemi del motore di ricerca. Si tratta infatti del settimo calo in otto trimestri.

Un dato negativo che alimenta i dubbi sul futuro dell’accordo con Verizon. La società di telecomunicazioni resta convinta di voler procedere con l’acquisizione di Yahoo!, ma secondo indiscrezioni chiede maggiore chiarezza sul cyberattacco che ha portato al furto dei dati di 500 milioni di persone. Le informazioni ricevute al riguardo sono scarse e, Verizon ritiene che l’indagine interna a Yahoo! si stia muovendo lentamente.

Marissa Mayer

Marissa Mayer, Ceo Yahoo (foto Olycom)

”Sono soddisfatta dei risultati del terzo trimestre. Abbiamo lanciato diversi nuovi prodotti e mostrato una solida performance finanziaria. Oltre agli sforzi per rafforzare l’attivita’, siamo impegnati a preparare l’integrazione con Verizon” ha commentato l’ad di Sunnyvale Marissa Mayer. Ma i conti non rassicurano sull’intesa fra le due società, annunciata in luglio, ma che resta in parte con delle incognite, soprattutto sul prezzo, come dimostra anche l’ipotesi suggerita dalla stessa Verizon, secondo la quale il cyberattacco potrebbe consentirle di rivedere i termini dell’accordo, spuntando maggiori concessioni da Yahoo!.

Le debolezze di Yahoo continueranno anche per il resto dell’anno con la società che, secondo le stime degli analisti, dovrebbe vedere ridursi la sua quota nel mercato pubblicitario digitale globale all’1,8% dal 2,4% del 2015, con un calo dei ricavi pubblicitari del 10,2%.