21 ottobre 2016 | 12:57

Nina Klein scelta come responsabile del programma tecnologico di ‘Tempo di Libri’. La presidente di Fabbrica del Libro, Gorgani: il digitale un elemento necessario per raccontare il libro

È Nina Klein la responsabile del programma digitale e tecnologico di ‘Tempo di Libri’, la Fiera dell’editoria italiana in programma a Milano dal 19 al 23 aprile 2017, organizzata da La Fabbrica del Libro, la nuova società costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori. L’annuncio della nomina è stato dato alla Fiera internazionale del Libro di Francoforte, il 20 ottobre, alla presenza del presidente di AIE Federico Motta,della presidente di La Fabbrica del Libro Renata Gorgani, dell’amministratore delegato Solly Cohen, e dei colleghi Chiara Valerio, responsabile del programma generale, e Pierdomenico Baccalario, a capo del programma 0-18.

Nina Klein

Con l’ingresso di Klein, spiega una nota di Aie, si completa la squadra che con Giovanni Peresson, responsabile del programma professionale, ha  il compito di elaborare i contenuti del programma ufficiale della Fiera, di inventare percorsi, di proporre temi e di individuare i protagonisti.

Dopo un lungo lavoro come giornalista Klein – il cui ingresso, spiega una nota di Aie, completa la squadra che con Giovanni Peresson, responsabile del programma professionale, ha  il compito di elaborare i contenuti del programma ufficiale della Fiera - è passata a dirigere il German Book Office per poi entrare a far parte della squadra della Frankfurt Book Fair nel 2008 come responsabile comunicazione. Dal 2012 ha sviluppato la sua attività di consulente per la comunicazione e lo sviluppo del business a Bruxelles e Francoforte, con una particolare attenzione per l’editoria digitale.

Come partner associato della Frankfurt Book Fair, Nina Klein è ora responsabile dello sviluppo del business e delle strategie per l’innovazione con un focus sull’Unione Europea ed è coinvolta in una serie di progetti europei e in iniziative in materia di innovazione tecnologica nel settore dell’editoria libraria, come TISP – Technology and Innovation for Smart Publishing, European Union Prize for Literature/ EUPL e European Technology Platform New European Media/NEM.
Nina Klein rappresenta la Buchmesse anche nel progetto europeo Aldus coordinato da AIE che mette in rete le Fiere del Libro europee. Per Aldus ha curato il programma di eventi per l’edizione 2016 della Buchmesse dopo essere stata impegnata per anni nella realizzazione di nuovi format di eventi sul digitale e sui rapporti con le altre industrie creative all’interno della Fiera.
“Introdurre il ‘digitale’ nel dna di Tempo di Libri è una sfida meravigliosa”, ha detto Klein. Parole alle quali hanno fatto eco anche le dichiarazioni di Renata Gorgani, che ha ribadito come “il tema del digitale non sarà un quarto programma, ma un elemento pervasivo di cui tener conto, per raccontare il libro”.”La Fiera”, ha concluso, “mostrerà come il libro sia un oggetto in continuo movimento ed evoluzione”.