Via libera finale dal Mise alla fusione tra Wind e 3Italia. I due gruppi: probabile la chiusura dell’operazione entro la fine dell’anno. Pronti investimenti in Italia

Via libera dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) in Italia a Hutchison e Vimpelcom per la loro joint venture 50/50 che porterà alla fusione tra le attività mobili di 3 Italia e Wind. In una nota i due gruppi accolgono “con favore l’approvazione, che significa che l’operazione resta sulla buona strada per chiudersi entro la fine dell’anno”. La nuova società “porterà grandi investimenti in infrastrutture digitale in Italia, benefici a consumatori e aziende in tutta Italia e sbloccherà un valore significativo attraverso le sinergie”.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, ad di Wind

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza