26 ottobre 2016 | 12:53

Dalla fusione tra 3Italia-Wind vantaggi per il mercato e i consumatori, dice il presidente dell’Antitrust Pitruzzella. Valutati positivamente gli impegni presi, che comportano l’arrivo di un quarto operatore nel mercato

“Il mercato risentirà positivamente” della fusione H3G Italia-Wind “in termini di investimenti e di servizi per i consumatori”. Lo ha detto all’Adnkronos Giovanni Pitruzzella, Presidente dell’Autorità per la Concorrenza e del Mercato. “La Commissione Europea ha valutato la concentrazione”, ha spiegato Pitruzzella, “subordinandola a degli impegni importanti che comportano l’ingresso di un quarto operatore”.

“La Commissione, in questa attività, si è avvalsa anche della collaborazione dell’Antitrust italiana, perché i rapporti sono sempre ispirati alla massima collaborazione costruttiva”, ha aggiunto. E conclude: “Credo che grazie a questi impegni che comportano la presenza di un quarto operatore, il mercato ne risentirà positivamente”.

Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Antitrust (foto Olycom)

Proprio ieri i due operatori hanno comunicato di avere ricevuto dall’Agcom il via libera alla fusione. Sebbene non vincolante ai fini dell’operazione industriale, il parere dell’Agcom era comunque obbligatorio. L’Autorità non ha rilevato nessun problema di concorrenza o di monopolio dando un pieno via libera alla fusione.

Dopo l’ok dell’Antitrust europeo arrivato grazie alla cessione di parti delle torri di trasmissione e delle frequenze in eccedenza a Free Mobile che entrerà presto sul mercato italiano, anche Agcom ha valutato che l’operazione non superasse i tetti previsti dall’Antitrust. 3 Italia e Wind, dunque, possono continuare il loro percorso di fusione.