Twitter vara un taglio del 9% della sua forza lavoro, ma intanto nel terzo trimestre registra una crescita oltre le previsioni, con i ricavi in aumento dell’8%

Twitter vara un taglio del 9% della forza lavoro a livello mondiale per far fronte al rallentamento del fatturato dopo che sono falliti i progetti di cessione della società, mentre registra una crescita di utenti e ricavi nel terzo trimestre superiore alle stime degli analisti. La società ha registrato un aumento dei ricavi dell’8% a 616 milioni di dollari dai 569 milioni dello stesso periodo 2015, superando la stima media di 605 milioni avanzata dagli analisti.

Il numero di utenti attivi, segnala poi l’agenzia Ansa, ha raggiunto i 317 milioni battendo la stima media di 315 milioni. Secondo i calcoli del sito di microblogging, il piano di licenziamenti comporterà oneri tra i 10 e 20 milioni di dollari.

Jack Dorsey, ceo di Twitter

Jack Dorsey, ceo di Twitter (foto: Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Riffeser (Fieg): tocca agli editori gestire il passaggio da carta stampata a digitale. Dal governo servono risorse

Barachini: in Vigilanza funzione istituzionale. Credo nella divisione dei ruoli. Vendere reti Rai? Ipotesi lontana dalla realtà

Piero Angela torna super senza la concorrenza del calcio. Bene Telese e Parenzo