Muy confidencial

28 ottobre 2016 | 9:56

La Nuova Sardegna passa alla DBInformation di Roberto Briglia e Gianni Vallardi con un contratto di affitto di tre anni

Roberto Briglia e Gianni Vallardi attraverso la loro DBInformation hanno sottoscritto l’accordo con l’Editoriale L’Espresso per l’affitto della Nuova Sardegna.  Il  quotidiano che fa parte della scuderia Finegil  è tra le testate a cui  il gruppo guidato da Monica Mondardini e Carlo De Benedetti e’ costretto a rinunciare per rispettare i limiti Antitrust in vista della fusione con Itedi. 

L’accordo con Vallardi e Briglia, due manager con grandi esperienze maturate in Mondadori, Rcs, eccetera, che tre anni fa hanno deciso di diventare imprenditori fondando la DBInformation, attiva nel campo dell’editoria specializzata, del media monitoring e dei servizi b2b,  ha una durata di tre anni.
Gianni Vallardi e Nini Briglia

Gianni Vallardi e Nini Briglia

Oggi pomeriggio la scelta dell’affitto della Nuova Sardegna verra’ comunicata ai rappresentanti dei giornalisti della storica testata che avevano da  subito espresso la loro preferenza per questa soluzione.
 Si era ventilata anche l’ipotesi di una trattativa con la famiglia Loi -Cordeddu di Orosei, proprietari del gruppo alberghiero  ‎Iti Hotels che non si era mai sostanziata avendo il Gruppo L’Espresso previlegiato subito l’ipotesi professionale targata Briglia Vallardi.
Gruppo Espresso comunica di aver sottoscritto un accordo per l’affitto per tre anni della testata “La Nuova Sardegna” a favore della società DB Information SpA di Roberto Briglia e Gianni Vallardi.

L’ operazione si inserisce nel piano di deconsolidamento teso a garantire il rispetto delle soglie di tiratura previste dalla normativa in vigore, nella prospettiva della futura integrazione con la Stampa ed Il Secolo XIX.

Il Gruppo Espresso ritiene che l’intesa raggiunta sia la migliore per garantire un solido futuro alla testata.