Twitter chiude Vine e taglia 350 impiegati tra vendite e marketing. La Cnn: il tentativo di vendita non ha avuto esito positivo

Twitter taglia la forza lavoro del 9%. A farne le spese saranno circa 350 impiegati tra vendite, partnership, marketing e Vine. L’app di video, infatti, sarà abbandonata dal social. L’obiettivo è la sostenibilità economica.

Jack Dorsey, fondatore di Twitter (foto Olycom)

“Eliminando investimenti in settori non fondamentali”, ha spiegato Twitter nella lettera del terzo trimestre agli azionisti, “possiamo concentrare gli sforzi economici sulle nostre principali priorità”.

Secondo la Cnn, a incidere sulla decisione di Twitter di tagliare, potrebbe essere stata anche la mancata vendita dopo l’uscita di scena di candidati come Disney, Google e Salesforce.

“Non è della giusta dimensione”, è stato il commento di Marc Benioff, ceo di Salesforce.

 

A farne le spese sarà Vine, l’app che consente di fare video di sei secondi integrata al social. Twitter, infatti, ha annunciato in un post su Medium, che smetterà di offrire il servizio nei prossimi mesi, riservandosi di comunicare i dettagli in seguito.

Preoccupati anche i dipendenti irlandesi del social network fondato da Jack Dorsey, secondo quanto riportat dall’Independent.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Ventura batte Proietti e oscura Di Maio, Floris su Amadeus. Renzi e Gruber staccano Monti e Palombelli

Cbs: Richard Parsons nominato presidente ad interim

Fca ha scelto l’italiano Pietro Gorlier per guidare l’area Emea