28 ottobre 2016 | 16:17

Nasce Italian Exhibition Group, la società fieristica che integra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza. Nuovo logo, investimenti in arrivo e piano di sviluppo congiunto (INFOGRAFICA)

Ufficializzata oggi la nascita di Italian exhibition group (Ieg), la nuova società fieristica frutto dell’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza. Il nuovo soggetto, una spa, è il risultato di un dialogo intrapreso nei mesi scorsi, e che, dopo l’approvazione da parte delle rispettive assemblee dei soci, ha portato alla nascita di una sola compagine societaria, chiaro esempio di integrazione tra società fieristiche.

Lorenzo Cagnoni e Matteo Marzotto, rispettivamente presidente e vicepresidente di Ieg

Ieg, spiega una nota, diventa primo soggetto in Italia per numero di manifestazioni organizzate direttamente, con 61 prodotti in portafoglio (al 90% di proprietà) e 160 tra eventi e congressi. Sarà un player fieristico d’Italia per la valorizzazione e l’internazionalizzazione di alcune delle più importanti filiere produttive del Made in Italy di successo. La società ha come obiettivo la quotazione in Borsa e punta a fungere da soggetto aggregatore per altre realtà fieristiche.

Per il 2016, prosegue la nota, Ieg attende risultati economici aggregati di rilievo, partendo da un fatturato di circa 119 milioni di euro (il secondo player italiano per volume complessivo), un Ebitda al 19% pari a 22,1 milioni di euro (posizionandosi al primo posto in termini di redditività), Ebit all’11% pari a 13,6 milioni di euro e un patrimonio netto di oltre di 100 milioni di euro.

La presentazione di Ieg è avvenuta oggi a Rimini nel corso di un incontro con la stampa alla presenza del presidente Lorenzo Cagnoni, del vice presidente Matteo Marzotto e del direttore generale Corrado Facco. Sono inoltre intervenuti Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, Achille Variati, sindaco di Vicenza.

I nomi di Rimini Fiera e Fiera di Vicenza rimarranno ad indicare le sedi operative e i rispettivi quartieri fieristici.

È previsto un piano di sviluppo per valorizzare i due quartieri fieristici di Rimini e di Vicenza: gli investimenti riguarderanno inoltre il portafoglio di prodotti con una crescita per linee esterne.

Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian exhibition group, ha dichiarato: “è un’operazione nuova, un modello. Ieg accorpa due aziende robuste che si sono assunte la responsabilità di sviluppare un progetto industriale per cogliere evidenti opportunità di mercato in Italia e nel mondo. Manterremo radici profonde coi territori di riferimento, dai quali le due esperienze fieristiche hanno tratto il cuore del loro successo. Nel futuro di Ieg vedo anche la quotazione”.

Matteo Marzotto, vice presidente di Italian exhibition group, ha aggiunto: “l’operazione tra Rimini e Vicenza è frutto della visione per un progetto industriale di grande levatura che sarà al servizio delle filiere del miglior well done in Italy e motore della loro internazionalizzazione, nonché potente market place attrattivo per le più importanti aziende del mondo”.

Durante la conferenza stampa è stato presentato anche il logo di Italian exhibition group. La scelta cromatica tiene conto dei valori della brand personality di Rimini e Vicenza: ovvero verde per “The Green Core” e rosso per “The Beauty & Well Done”. Il logo esprime l’internazionalità e l’italianità del Gruppo, comunica i valori di incontro e aggregazione, accoglienza e apertura, contaminazione e scambio. Il design è contemporaneo, lineare, solido ed elegante nella sua semplicità.

Già dal 1° novembre tutte le manifestazioni in calendario saranno firmate Italian Exhibition Group e il prossimo mese di attività vedrà lo svolgimento di undici rassegne.

L’azionariato di Italian exhibition group è composto in modo diretto o indiretto da: Rimini Congressi srl (che include Comune di Rimini attraverso Rimini Holding, Camera di Commercio di Rimini e di Provincia di Rimini), Regione Emilia Romagna, GL Events, King Spa, Salini Impregilo, Fiera Invest Spa; Comune di Vicenza, Camera di Commercio di Vicenza, Provincia di Vicenza per il tramite di Vicenza Holding e altri soci privati. Il Consiglio di Amministrazione è formato da: Lorenzo Cagnoni (Presidente e Amministratore Delegato), Matteo Marzotto (Vice Presidente), Barbara Bonfiglioli, Daniela Della Rosa, Maurizio Renzo Ermeti, Lucio Gobbi, Catia Guerrini, Simona Sandrini, Luigi Dalla Via. Direttore Generale è Corrado Facco, Vice Direttore Generale Carlo Costa.