02 novembre 2016 | 12:30

The Verge al restyling dopo cinque anni di vita: video e social media al centro di un progetto che struttura i contenuti a seconda del luogo dove saranno letti. Che non è più (soltanto) il desktop (VIDEO + INFOGRAFICA)

A cinque anni dalla nascita, ‘The Verge’ rivoluziona il sito scommettendo su social, video, contenuti calibrati in base al medium sul quale vengono fruiti e irrobustendo la redazione per le news scientifiche.

Come ha spiegato a Niemanlab l’editor in chief Nilay Patel, ‘The Verge’ aveva un sito ideato per la lettura su desktop, ma la verità è che “non è più il luogo dove i nostri lettori vengono a torvarci”. Ecco perché si è pensato a un profondo restyling per renderlo compatibile con i diversi medium di comunicazione.

Come mostra il grafico, infatti, la crescita prevalente del traffico dati nell’ultimo anno è pressoché interamente attribuibile al boom dei video, su Facebook e Youtube soprattutto.

Per provare a sbaragliare, inoltre, la concorrenza di tutte quelle realtà che scrivono di tecnologia sul web, ‘The Verge’ ha in programma di puntare sul team di news a carattere scientifico, “il più forte” di tutti, prosegue Patel, che è guidato da “Liz Lopatto”, mentre Loren Gush si occupa di spazio.

L’engagement editor Helen Havlak fa anche sapere che a ‘The Verge’ “consideriamo ormai la diffusione come parte integrante del progetto editoriale” e non più del “marketing”. Un esempio: “i membri del team social fanno a tutti gli effetti parte dello staff editoriale, sono totalmente integrati”. E anche se “tutto ciò che pubblichiamo su Facebook è costituito da contenuti nativi per il social, così che la gente che lo utilizza possa leggerlo lì”, la sfida resta quella di “rendere la distribuzione più immanente al progetto editoriale e non separata”, come oggi in larga parte della stampa e del web ancora avviene.

L’attenzione all’universo social, infine, è capillare, come dimostra l’osservazione di Patel, che ammette: “abbiamo 1,3 milioni di follower su Pinterest. Se qualcuno ha delle idee, noi siamo qui per ascoltarle”.

Ecco un esempio della filosofia di ‘The Verge’ sulle news con il video del segretario di Stato Usa al trasporto, Anthony Fox, he spiega la self driving technology.