03 novembre 2016 | 10:44

Fastweb: crescono fatturato (+2,5%) e utenti della banda larga (+5,7%) nei primi nove mesi dell’anno. L’obiettivo è raggiungere 13 milioni di case entro il 2020

Nei primi nove mesi del 2016 Fastweb ha aumentato il fatturato su base annua del 2,5% a 1,318 miliardi. Lo ha reso noto l’operatore di telecomunicazioni. E a fine settembre, il numero di clienti a banda larga ha raggiunto 2,3 milioni di unità, con un
incremento di 123.000 unità, pari al 5,7% in più rispetto a settembre 2015.

Cresce anche il segmento mobile, sottolinea l’azienda in una nota, dove Fastweb è presente come operatore mobile virtuale, con un aumento dei clienti di oltre 110.000 unità, +23% rispetto a un anno prima, a 601.000 clienti.

Alberto Calcagno, amministratore delegato Fastweb

Alberto Calcagno, amministratore delegato Fastweb

La redditività operativa di Fastweb ha registrato una crescita nei primi nove mesi dell’anno. Il margine operativo lordo (Ebitda) si è innalzato a 490 milioni di euro (+21% rispetto a 405 milioni di euro di un anno prima). Al netto dell’impatto di partite straordinarie per 55 milioni di euro, l’Ebitda adjusted è aumentato del 7,4% a 435 milioni di euro.

“Il continuo miglioramento della performance industriale e una struttura di costi più efficiente – spiega l’operatore – hanno spinto la redditività operativa di Fastweb a crescere ininterrottamente negli ultimi 13 trimestri, grazie all’efficacia delle scelte commerciali e industriali realizzate”.

Anche il margine Ebitda adjusted dei primi nove mesi del 2016 è aumentato al 33%, in crescita dell’1,5% rispetto a un anno prima. Gli investimenti sono cresciuti a 430 milioni di euro, in aumento del 6,7% per la continua espansione della infrastruttura a
banda ultralarga. Nei primi nove mesi dell’anno, Fastweb ha investito il 33% del proprio fatturato proseguendo a pieno ritmo l’espansione della propria rete di nuova generazione che raggiungerà 13 milioni di case e imprese, pari al 50% della popolazione italiana, entro il 2020, fa sapere la compagnia.

Di tale obiettivo, saranno 8 milioni le case raggiunte da tecnologia Fiber to the Cabinet, che abilita velocità di download sino a 200 megabit al secondo, e 5 milioni le case e imprese raggiunte con tecnologia FTTH (Fiber To The Home), che abilita velocità sino a 1 Gigabit al secondo e oltre.

Dei 5 milioni di collegamenti in fibra ottica FTTH, 3 milioni saranno realizzati attraverso Flash Fiber, la joint venture tra Fastweb e Tim costituita ad agosto 2016. Al 30 settembre, Flash Fiber aveva già collegato in FTTH 75 mila unità immobiliari.