Repubblica.it lancia le Webseries verticali

Le webseries prodotte da 42° parallelo (H24) sono la prima esperienza di “non fiction” verticali per il web. “Non fiction”, spiega una nota, perché partono da una notizia e descrivono una realtà, ma la approfondiscono e la ripercorrono con il linguaggio del racconto. “Verticali” perché sono state girate (o tagliate) in un formato adatto alla visione sullo smartphone e, spesso, si tratta di immagini riprese da persone qualsiasi presenti sul luogo del fatto.

La prima webseries di repubblica.it è online ed è articolata su 5 puntate (fino a venerdì); racconta gli scontri del 3 maggio 2014 intorno allo stadio Olimpico di Roma, in occasione della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina. Il giovane tifoso azzurro Ciro Esposito, ferito da un colpo di pistola, morì 53 giorni dopo. Si tratta di 5 episodi che affrontano diversi aspetti di quella vicenda: gli scontri, gli ultras, il ruolo della polizia, la storia di Ciro e quella del capo ultras del Napoli “Genny a’ carogna”.

Fra due settimane sarà la volta di un’altra non fiction di 42° Parallelo, Com’è profondo il mare, sul naufragio del 18 aprile 2015 in cui morirono 970 migranti e che nella sua versione televisiva è stato selezionato dal Sundance Film Festival. Poi, ai primi di dicembre, Papa Francesco: come Dio comanda, stavolta usando le sequenze girate dai fedeli.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fabrizio Cotognini vince il Premio Cairo 2018. Dal 16 al 21 ottobre a Palazzo Reale in mostra con le opere in concorso

Paparazzi. Alle Gallerie d’Italia gli scatti dei divi che hanno fatto la storia della fotografia e del costume

Anes, a febbraio 2019 nuova b2b marketing conference