15 novembre 2016 | 17:33

Importante per ‘Il Sole’ tornare alla redditività, dice il ceo di Intesa Sanpaolo Messina, che su Rcs aggiunge: con Cairo basi per un risanamento del gruppo in 2-3 anni

“Io sono un creditore de Il Sole 24Ore e quindi credo che quello che è importante per l’azienda sia un piano industriale che la riporti ad una condizione di redditività”. Ad affermarlo Carlo Messina, consigliere delegato e ceo di Intesa Sanpaolo, a margine della presentazione del sesto accordo tra Confindustria e la banca, a chi gli chiedeva un commento sulla situazione economica finanziaria della società editoriale.

Sempre restando sul tema dell’editoria, Messina ha parlato anche di Rcs. “Non c’è dubbio”, ha detto, “che quella di Cairo è stata una operazione di successo perchè era stata impostata su un imprenditore capace e che aveva tutti i presupposti per poter riuscire ad avere un successo in una prospettiva dei prossimi 2-3 anni” che è il tempo “su cui Cairo dovrà dimostrare di riuscire a risanare Rcs”.

Carlo Messina (foto Olycom)

“Dalla prima volta che ho incontrato Urbano Cairo ho avuto modo di apprezzarlo e ho deciso che la banca sarebbe stata al suo fianco in questa operazione dove il nostro scopo principale era di mettere in sicurezza i nostri crediti che vantavamo verso Rcs”, ha proseguito. “Cairo credo che sia un ottimo imprenditore. Farà un ottimo lavoro in Rcs”, ha concluso.