Gli italiani spendono il 90% del loro tempo su mobile navigando tra le app, ma solo 1 su 4 nell’arco di un mese ne scarica di nuove. I dati comScore

Dai social ai giochi, passando per e-commerce e news. Le app continuano a monopolizzare il tempo degli italiani sugli smartphone, ma i download sono lontani dal boom del passato, visto che solo un utente su quattro ha scaricato nuove applicazioni nell’arco di un mese. Questo uno dei dati che emerge da un’analisi di comScore. Secondo le rilevazioni, in Italia il 70% degli utenti digitali utilizza dispositivi mobili per accedere a contenuti, sia in maniera esclusiva sia in aggiunta al computer fisso.

Il mobile rappresenta ben oltre la metà del tempo di utilizzo di dispositivi digitali (64%) e le applicazioni contano per circa il 90% dei minuti dedicati a smartphone e tablet. Tra le attività preferite spicca quella sui social network: il 37% degli utenti di applicazioni per smartphone accede alle varie piattaforme quasi una volta al giorno, e circa un terzo degli stessi condivide quotidianamente foto o video.

A seguire attività legate agli acquisti. A giugno il 28% degli utenti di app ha usato dispositivi mobili per confrontare i prezzi di prodotti e circa un terzo ha dichiarato di compiere tale attività su base settimanale. Il 27% di coloro che hanno scaricato almeno un’applicazione in un certo mese utilizza anche app di notizie locali o internazionali.

Ma la sfida vera, secondo gli analisti, resta la spinta sui nuovi download. Nel nostro Paese infatti, solo un quarto degli utenti mobile scarica nuove applicazioni nell’arco di un mese a fronte, ad esempio, di quanto accade in America, dove si registrano anche punte del 42%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Ivan Zazzaroni è il nuovo direttore di Corriere dello Sport-Stadio

Accordo Medipro-Google per trasmettere su YouTube in diretta le partite del campionato brasiliano

Settimana della legalità, Maria Falcone: dalla Rai fatto molto per contrastare la mafia