24 novembre 2016 | 20:10

Sciopero delle firme per i giornalisti del ‘Sole’ dopo la lettera del nuovo ad Moscetti ai dipendenti. Il Cdr: impossibile il risanamento con un direttore sfiduciato a larghissima maggioranza

La  nota del Cdr del ‘Sole’ – Domani faremo sciopero delle firme, spiegandolo con questo comunicato: “Cari lettori, oggi non troverete le firme dei giornalisti del Sole 24 Ore sul quotidiano e sul sito internet. Il Comitato di redazione ha indetto lo sciopero delle firme dopo aver letto il passaggio della lettera con cui il neo amministratore delegato del Gruppo 24 Ore, Franco Moscetti, si è presentato a tutti i dipendenti: “Questo è un gruppo con una spiccata peculiarità, trattandosi di un’azienda editoriale. Animata dunque da una componente essenziale e fortemente specializzata come quella dei giornalisti. Sarà mio impegno pertanto stabilire insieme a chi guida questa fondamentale componente aziendale, il direttore Roberto Napoletano, un percorso comune di risanamento, rilancio e sviluppo del Sole 24 Ore nella sua interezza. Per la verità abbiamo già cominciato a confrontarci. Senza intesa e, soprattutto, senza identità di obiettivi tra la parte gestionale e la parte editoriale ritengo impossibile rimettere il nostro Gruppo sui giusti binari. Dopo i primi giorni di lavoro posso dire che ce la possiamo fare; ce la dobbiamo fare!”

Il Cdr condivide la necessità della massima sintonia tra piano industriale e progetto editoriale, ma ribadisce che non è possibile alcun risanamento prima e rilancio poi con un direttore che ha ricevuto il voto di sfiducia a larghissima maggioranza da parte della redazione del quotidiano (e da quella di Radio24)”.