29 novembre 2016 | 11:49

Il Gran Premio d’Italia di Formula 1 resterà a Monza ancora per tre anni. Siglato l’accordo tra Bernie Ecclestone e il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani

Il Gran Premio d’Italia di Formula 1 resterà a Monza per i prossimi tre anni. Il patron della Formula Uno, Bernie Ecclestone, e il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, hanno siglato ieri l’accordo che era già stato raggiunto proprio durante il weekend della gara sul circuito italiano.

Il podio al Gran Premio di Monza 2016

“Pur tra mille difficoltà e con grande impegno – sottolinea Sticchi Damiani – siamo arrivati alla firma definitiva del contratto per Monza. A nome degli sportivi italiani ringrazio il premier Matteo Renzi e il presidente del Coni Giovanni Malagò che, un anno fa, hanno creduto in questo obiettivo e creato le condizioni per raggiungere insieme questo importantissimo risultato”.

“Un ringraziamento particolare – aggiunge Sticchi Damiani – lo dobbiamo anche al governatore Roberto Maroni e a tutta la giunta lombarda per aver sostenuto, in maniera determinante, questa trattativa”.

La firma dell’accordo è accolta con soddisfazione anche dal presidente del Coni, Giovanni Malagò: “Sono davvero soddisfatto per questo grande risultato. Senza l’attento e caparbio lavoro del presidente Sticchi Damiani, che ringrazio di cuore, l’Italia avrebbe perso il suo Gran Premio di F1″.

L’accordo, fino al 2019, vale circa 70 milioni di euro.