30 novembre 2016 | 10:43

Erg, Crédit Agricole, Gts e Fondazione Allianz vincono gli Oscar di Bilancio 2016. Vercellone (Ferpi): un premio storico, dove anche la reputazione digitale è diventata molto importante

Matteo Rigamonti – Erg, Crédit Agricole-Cariparma, Gts e Fondazione Allianz si aggiudicano la 52a edizione degli Oscar di Bilancio 2016, il premio che ogni anno Ferpi dedica a imprese e organizzazioni no profit che utilizzano il bilancio come strumento di comunicazione integrata con gli stakeholder.

Pier Donato Vercellone, presidente Ferpi

“Un premio storico”, ha esordito Pier Donato Vercellone, presidente Ferpi, in occasione della cerimonia alla Borsa di Milano, “che ancora oggi si ripropone di dialogare con gli stakeholder, seguendo un approccio che ha come unica finalità quella di rafforzare la credibilità e l’autorevolezza delle imprese”. Perché, ha proseguito Vercellone, “la reputazione non rappresenta solamente un asset intangibile per le imprese, ma è anche un indicatore rilevante per valutare la crescita delle stesse”.

E in questo senso “la reputazione digitale è oggi molto importante”, ha spiegato il presidente di Ferpi. Non è affatto un caso infatti che Reputation Institute collochi il sito web al primo posto dei canali più importanti per la reputazione di un’impresa e al settimo posto nazionale (nono a livello mondiale) l’utilizzo dei post sui social network.

Tutti i bilanci passati all’esame della giuria, ha spiegato il suo vicepresidente, Angelo Tantazzi, “hanno un elemento in comune: la valorizzazione di un bilancio integrato da diverse forme di attività in grado di generare trasformazione e miglioramento dei processi aziendali”. Mentre ad essere particolarmente valorizzati dalla giuria sono stati, oltre alla responsabilità sociale d’impresa, i dettagli concreti aggiunti per corroborare con elementi vitali la descrizione dello statuto e della governance dell’impresa così come anche l’arricchimento informativo dei dati economici e finanziari.

Vincitori sono risultati, pertanto, il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia nella categoria Imprese bancarie, finanziarie e assicurative; Erg nella categoria Società e grandi imprese; Gts Holding nella categoria Piccole e medie imprese; e Fondazione Allianz Umana Mente nella categoria Fondazioni e Organizzazioni no profit.

“Un importante riconoscimento per il percorso di trasformazione intrapreso da Erg negli ultimi anni”, ha commentato il presidente Edoardo Garrone, “che ha portato l’azienda ad essere operatore leader nel settore delle energie rinnovabili”. “Siamo entusiasti”, ha dichiarato Alessio Muciaccia, ceo di Gts, “il giusto coronamento del lavoro svolto da un team eccezionale”.

Soddisfazione anche per il Gruppo Allianz: “questo premio”, che è stato ritirato da Paola Di Lieto, vice presidente e responsabile normativa del lavoro, “dimostra la capacità di dare valore concoreto agli investimenti sociali promossi dalla nostra Fondazione”, ha dichiarato il dg di Allianz Italia Maurizio Devescovi.

“Un riconoscimento importante per il nostro lavoro”, ha concluso Pierre Debordeaux, cfo del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, ricordando le “orgini contadine” del gruppo: “perché davanti alla realtà, come ai bilanci, ci vuole sempre umiltà”.

Da sinistra: Francesco Boccia, Salvatore Ippolito e Maurizio Santacroce

Prima della premiazione sono intervenuti, in due distinte tavole rotonde, Francesco Boccia, presidente della Commissione bilancio della Camera, Salvatore Ippolito, country manager di Twitter Italia, e Maurizio Santacroce, general manager Payments and Services di Sisal Group; poi Daniela Fatarella, vicedirettore generale di Save the Children Italia, Ylenia Yashar di Csr Natives, e Gianluca Randazzo, corporate social responsibility manager di Banca Mediolanum.

Vercellone ha voluto ringraziare, oltre agli sponsor dell’edizione 2016 (Terna, Autogrill, Poste Italiane e SisalPay), anche il precedente presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano, e Gianluca Comin, segretario generale degli Oscar di Bilancio.