Mercato

30 novembre 2016 | 17:14

Dalla realtà virtuale alla rivincita del colore. I trend visivi per il 2017 di Getty Images

Dalla realtà virtuale alla rivincita del colore, passando per un nuovo modello femminile. Getty Images svela le sue previsioni sui trend visivi dei prossimi 12 mesi che influenzeranno design, pubblicità e la comunicazione dei brand. Sei i temi previsti dal team internazionale di antropologi visivi e art director, (inseriti nel Creative in Focus), che sono stati identificati grazie alle analisi realizzate sulle immagini utilizzate in pubblicità, integrate dai dati di Getty Images in merito alle ricerche effettuate e alle immagini scelte per i 400 milioni di download che ogni anno vengono effettuati sul suo sito. Eccoli:

1. Virtualità (Virtuality): grazie allo sviluppo della tecnologia e sfruttando la realtà virtuale, si allarga per i brand la possibilità di far immergere gli utenti nelle loro storie, creando esperienze condivise altamente emotive che estenderanno la connessione tra clienti e brand oltre i prodotti e i servizi.

2. Donne grintose (Gritty Woman): più concentrata su ciò che può fare piuttosto che su come appare, emerge un nuovo modello di donna. Forte, tenace e determinata e senza paura di sporcarsi le mani.

3. Senza filtro (Unfiltered): i brand più competitivi, spiega Getty, stanno adottando l’estetica del fotogiornalismo per connettersi con i loro clienti più giovani e per portare un tocco naturale e spontaneo al loro storytelling. Il trend ‘Senza filtro’ è l’antitesi della pubblicità patinata e vuole illustrare una nuova direzione della fotografia commerciale, uno spostamento verso un’estetica più documentaristica.

4. La rivincita del colore (Colour Surge): Il colore non è più solo uno dei componenti di un’immagine, ma ne diventa protagonista.

5. Una nuova ingenuità (New Naivety): questo trend riguarda l’utilizzo di visual spontanei e divertenti, e qualche volta spiacevoli. Si tratta di immagini che non sono sempre ‘on brand’ e che hanno uno spirito anticonformista e persino imbarazzante.

6. Cittadini del mondo (Global Neighbourhood): il riferimento è alla tendenza ad abbracciare la maggior circolazione di persone e notizie, dal momento che le nostre identità culturali collettive riguarderanno sempre meno il luogo dove siamo e sempre più ciò in cui crediamo e le persone con cui entriamo in connessione. Immagini cross-culturali e socialmente senza confini diventeranno più diffuse mentre i brand impareranno a cambiare e a rispondere alle nostre sempre più complesse identità di consumatori.