30 novembre 2016 | 17:30

Al via l’edizione tedesca del settimanale satirico Charlie Hebdo. In copertina la cancelliera Merkel e lo scandalo Volkswagen

Con una copertina ironica su Angela Merkel parte domani l’avventura editoriale del magazine satirico francese Charlie Hebdo in edizione tedesca. La vignetta raffigura una cancelliera un po’ ammaccata, sollevata su un ponte meccanico di un’officina come un’auto bisognosa di riparazione, e un meccanico della Vw con un pezzo di ricambio in mano che dice: “Un nuovo tubo di scappamento e può andare ancora avanti per 4 anni”. Il titolo: ‘Volkswagen sostiene Angela Merkel’. In una copertina tre temi di attualità: la candidatura per il quarto mandato della Merkel, la forma non proprio smagliante della cancelliera dopo la crisi dei profughi, lo scandalo del ‘diesel-gate’ della più grande casa automobilistica tedesca.

La copertina del primo numero dell’edizione tedesca di ‘Charlie Hebdo’

Con una tiratura di 200.000 copie, il magazine francese, spiega l’agenzia Ansa, spera di conquistare i lettori tedeschi, compito non semplice vista la differente sensibilità umoristica dei due popoli. “Ma in nessun altro paese la reazione all’attentato che costò la vita a 12 redattori nel gennaio 2015 è stata così solidale come in Germania”, ha detto la direttrice dell’edizione tedesca che si nasconde sotto lo pseudonimo Minka Schneider.

Schneider è una giornalista berlinese che ha lavorato 8 anni a Parigi. La scelta dello pseudonimo non è per motivi di sicurezza ma per evitare “stupide mail”, dice. Lo Charlie Hebdo tedesco avrà cadenza settimanale. Nel primo numero, oltre alla copertina su Merkel, comparirà un reportage dal titolo ‘Come essere felici in Germania’, scritto dall’editore-direttore-disegnatore Laurent ‘Riss’ Sourisseau.