“Nel calcio si spendono cifre folli e il campionato italiano sta perdendo appeal”. Pier Silvio Berlusconi: è cambiato molto e noi siamo indietro; alcuni Paesi europei stanno pensando di cambiare orari delle partite per adattarle al prime time in Cina

“Nel calcio si spendono cifre folli e il campionato italiano sta perdendo appeal”. E’ questo il giudizio dell’amministratore delegato di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, a proposito dei diritti televisivi del calcio italiano ed europeo, alla vigilia di una nuova stagione di aste che vedra’ protagonista anche l’azienda del Biscione.

 Pier Silvio Berlusconi.

Pier Silvio Berlusconi.

“Da un lato questi grandi investimenti stranieri portano nuove risorse al calcio italiano ed e’ un bene. Dall’altro, invece, fa strano. Se investono non faranno perdere appeal. E’ che siamo in ritardo, tutto il mondo del calcio e’ cambiato troppo” ha aggiunto. “In alcuni paesi d’Europa stanno pensando di cambiare gli orari in cui si giocano le partite per fare in modo che si vedano in prime time in Cina. Questo la dice lunga – ha spiegato ancora Pier Silvio Berlusconi -. Di sicuro, fra televisioni, tutta la divisione internet e le telefoniche, e’ un mondo di follia, si spendono soldi folli. Pero’ e’ il calcio”. (ITALPRESS)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky e Wavemaker in coro dal Wired Next Fest: data scientist e content manager cercansi

Il dibattito sulla crisi delle news ha bisogno di fare i conti con la realtà dei fatti

Fnsi-Uspi, primo contratto per i periodici locali. C’è anche il redattore web