20 dicembre 2016 | 19:26

RaiPlay approda sulle tv connesse alla rete. Campo Dall’Orto: così la Rai colma il digital divide e da broadcaster diventiamo media company

“Non è più come prima, RaiPlay ha colmato il gap che aveva la Rai e adesso andiamo avanti”. Così il dg Rai, Antonio Campo Dall’Orto, ha presentato l’approdo di RaiPlay sui televisori ‘connessi’, in grado cioè di navigare in rete, direttamente e grazie a uno dei tanti ‘box’ disponibili. “Così facciamo il vero salto da broadcaster a media company”, ha scandito Campo Dall’Orto.

Antonio campo Dall’Orto (foto Olycom)

“Da oggi possiamo offrire praticamente a tutti i nostri contenuti e servizi con il massimo della soddisfazione”, ha spiegato il dg Rai, “superiamo il digital divide che purtroppo in Italia c’è ancora”. In sostanza chiunque abbia a casa un televisore direttamente o indirettamente connesso alla rete da oggi può accedere ai contenuti prima offerti da RaiPlay ai possessori di smarthpone, pc o tablet.

Senza interrompere la visione del programma Rai sul quale ci si trova, con un tasto del telecomando, si accede a un menu che offre contenuti correlati a quello che si sta vedendo con via via più ‘lontani’ da esso, fino ad arrivare alla moderna visione delle Teche Rai, divisa per grandi temi e grandi aree. Per ora i contenuti saranno quelli ‘normali’ della Rai ma nulla impedisce che in futuro “si arrivi a contenuti dedicati”, ha affermato Campo Dall’Orto.

A entrare nel dettaglio del nuovo modo di proporre il prodotto è stato il direttore di Rai Digital, Gian Paolo Tagliavia: “in pratica l’utente non si perderà più nulla di quello che vuole vedere: potrà muoversi alla ricerca di contenuti già andati in onda, potrà utilizzare un comodo meccanismo per ‘recuperare’ i programmi degli ultimi giorni o per fare un salto indietro nel tempo, soprattutto potrà cercare qualsiasi contenuto grazie ad un motore di ricerca”.

Gian Paolo Tagliavia

“Insomma un prodotto ibrido fra tv e internet, anche se ormai noi che ci lavoriamo non lo definiamo più così, l’offerra Rai ora è questa. Quanto sia gradito questo tipo di offerta al pubblico è indicato dalle cifre già totalizzate da RaiPlay: nei primi due mesi del nuovo sito e delle app per smarthpone e tablet, ciè dall’1 ottobre al 30 novembre scorso l’offerta RaiPlay ha registrato quasi 75,5 milioni di mediaviews da 15 di dispositivi differenti”.

Come dire che il lancio di RaiPlay ha permesso di incrementare del 74% il consumo dell’offerta Rai online e ha fatto aumentare del 50% il parco utilizzatori e il tempo che questi ultimi hanno dedicato all’offerta RaiPlay, passato anno su anno, da 70 a 85 minuti. Quanto ai gusti degli italiani, non cambiano e mettono in prima posizione fiction e film, come ha sottolineato lo stesso Campo Dall’Orto. In particolare nel periodo indicato il dieci contenuti al top per fruizione vedevano in testa ‘Un medico in famiglia’, ‘L’allieva’ e ‘Braccialetti rossi’.