Editoria

21 dicembre 2016 | 12:16

Il 69% degli americani legge un giornale almeno una volta al mese e più della metà vuole solo la carta stampata – INFOGRAFICHE Nielsen

Quasi 170 milioni di americani leggono un giornale almeno una volta al mese. A sostenerlo una recente ricerca di Nielsen, secondo la quale i giornali, siano essi stampati, in versione digitale o consultati tramite un’app, raggiungono il 69% della popolazione a stelle e strisce. La crescita registrata dal digitale ha spinto inevitabilmente gli editori a ripensare le loro piattaforme di distribuzione, ma i giornali restano principalmente un mezzo d’informazione cartacea.

Una prova? L’81% dei lettori nel corso di un mese entra in qualche modo in contatto con prodotti editoriali stampati e la percentuale diventa ancora più rilevante se si pensa che poco più della metà dei pubblico totale, il 51% per l’esattezza, considera il giornale stampato l’unico mezzo di informazione. Il restante 49% legge i giornali anche sulle piattaforme digitali con una fetta si suddivide tra un 30% che opta per una scelta di compromesso, unendo sia cartaceo che digitale, e un 19% che invece usa esclusivamente il digitale.

Altra conseguenza del digitale è stato anche il cambiamento della composizione del pubblico di riferimento. Tradizionalmente l’audience dei giornali è sempre stata caratterizzata da una preparazione culturale di un certo livello, con buoni guadagni ed età anagrafica più alta rispetto ai non lettori. Oggi, grazie a web e app i giornali attraggono anche lettori più giovani, allargando il pubblico di riferimento – che resta comunque sempre ben educato e benestante, e riuscendo a dare una rappresentazione più verosimile della composizione sociale rispetto al passato.
Per esempio il 13% della popolazione americana è over 70 e questo gruppo rappresenta il 15% dei lettori mensili dei giornali. Rispetto ai decenni precedenti i lettori più giovani rappresentano la percentuale più alta dei lettori: in particolare, i millennials sono pari al 25% della popolazione media, rappresentano il 24% delle readership.