Protagonisti del mese

23 dicembre 2016 | 10:37

O adesso o mai più

È un momento favorevole per i produttori italiani: Sky e Rai fanno più sperimentazione e innovazione e la legge sull’audiovisivo promuove il settore. “Anche noi dobbiamo fare la nostra parte per raggiungere dimensioni appetibili a livello internazionale”, dice da Palomar Carlo Degli Esposti, il papà di ‘Montalbano’ e ‘Braccialetti rossi’

È stato come vincere un terno al lotto riuscire a incontrare Carlo Degli Esposti, in perenne trasferta per gli impegni dei suoi set (gira in Puglia la serie ‘Il capitano Maria’ con Vanessa Incontrada, sono terminate da poco le riprese del ‘Commissario Maltese’ con Kim Rossi Stuart e dei nuovi gialli dei ‘Delitti del BarLume’) e per le serrate scadenze cui lo costringe il lancio della nuova distribuzione cinematografica di Sky di cui fa parte insieme a una cordata di altri quattro produttori (Cattleya, Indiana Production, Italian International Film e Wildside). Vision – questo è il nome della nuova società – debutta sotto Natale e sarà guidata con la carica di amministratore delegato da Nicola Maccanico, ex direttore generale della Warner Bros., e figlio dell’ex ministro Antonio Maccanico.

Carlo degli Esposti con Andrea Camilleri

Degli Esposti, noto come il produttore di ‘Montalbano’, del ‘Giovane Montalbano, di ‘Braccialetti rossi’ e di altri titoli di qualità, con la sua inconfondibile figura robusta e i suoi modi rocciosi è un po’ una bandiera della fiction nostrana. Lo dimostra il fatto che, pur avendo lasciato l’Apt (Associazione dei produttori televisivi) e l’Anica (Associazione del cinema), continua a essere ascoltato in tutte le sedi in cui si decidono le partite dell’audiovisivo.
In questa fase, è anche impegnato a rafforzare la sua Palomar – un fatturato tra i 30 e i 40 milioni di euro e una trentina di dipendenti – producendo fiction e cinema (‘Tommaso’ e ‘Piuma’ sono i film più recenti): a settembre è entrato come socio al 5% il direttore generale Nicola Serra, mentre si stanno concludendo le trattative con il fondo Simest, interessato a una partecipazione nel business della produzione.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 478 – Dicembre 2016

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone