In attesa delle mosse di Vivendi, confermata per metà gennaio la presentazione a Londra del piano triennale di Mediaset

I mercati riaprono con l’incognita del prosieguo della scalata di Vivendi a Mediaset. In attesa di capire quali saranno le mosse della media company francese guidata da Vincent Bollorè che potrebbe attendere che si chiarisca il quadro regolamentare, chiedere la convocazione di un’assemblea per fare ingresso in cda o anche lanciare un’Opa, Mediaset, scrive ‘Il Sole 24 ore’, dal canto suo non può permettersi di restare paralizzata. Confermata quindi la presentazione del piano industriale a metà gennaio a Londra, piano che, ricorda il quotidiano, doveva essere presentato a metà settembre, ma che il contenzioso con Vivendi ha fatto slittare.

Pier Silvio Berlusconi (foto Olycom)

In quell’occasione saranno illustrate le strategie di tutto il gruppo per il prossimo triennio, ovviamente nell’ottica di continuità con la proprietà attuale che fa capo alla Fininvest della famiglia Berlusconi.

Nei giorni scorsi l’ad di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine, è stato ascoltato in Consob, e ha ribadito l’intenzione di trovare un accordo con la società di Cologno, soprattutto ora che la media company francese con quasi un terzo del capitale è il secondo azionista di Mediaset.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione