Dieci rate da 9 euro ciascuna. Come cambia la riscossione del canone in bolletta nel 2017

Novità in vista per il canone Rai. Per il 2017 cambia infatti il metodo di riscossione, con dieci rate da 9 euro ciascuna. Sarebbe questa la modifica necessaria dopo la riduzione dell’importo della tassa operata con la legge di bilancio. Con la manovra, infatti, l’importo del canone dai 100 euro del 2016 è passato a quota 90 euro e la riscossione avverrà da gennaio ad ottobre sempre passando per la bolletta elettrica. Le rate, dunque dovrebbero variare da 9 euro, per le bollette mensili, a 18 euro, per quelle bimestrali.

La scorsa settimana, per la precisione il 20 dicembre, ricorda l’agenzia AdnKronos, è scaduto il termine per inviare per posta la dichiarazione di non detenzione della tv, valevole ad esentare dal pagamento della tassa. La scadenza slitta al 31 gennaio 2017 per chi invece desidera presentarla telematicamente, anche se l’Agenzia delle Entrate ha caldamente consigliato ai contribuenti di anticipare l’autodichiarazione entro la fine di dicembre onde evitare di andare incontro ad addebiti erronei e dover presentare poi successive richieste di rimborso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram

Radio, i nuovi dati di ascolto Ter online il 24 luglio. Rilevato il primo semestre 2018

Iliad, raggiunto un milione di clienti in meno di due mesi. Levi: tempi sorprendenti, rilanciamo l’offerta