28 dicembre 2016 | 10:16

L’operazione di Vivendi può paralizzare Mediaset, dice alla ‘Stampa’ il ministro dello Sviluppo Economico, Calenda. Dal Governo nessun intervento, ma parere negativo sui metodi: le intenzioni non sono chiare

“C’è il rischio che si faccia questa operazione per paralizzare la governance di un’azienda importante in un settore delicato”. A dirlo il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, in un’intervista alla ‘Stampa’, nella quale, oltre ad affrontare tematiche delicate sulla situazione politica ed economica del Paese, è tornato a parlare della scalata di Vivendi a Mediaset. “Dobbiamo rispettare le regole del mercato, accettare il caso spesso positivo e normale che uno straniero acquisti un’azienda italiana”, ha precisato il ministro. “Ciò che non è normale, però”, ha aggiunto, “è come si sono verificati i fatti finora”.

Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico (foto Olycom)

“E’ stato tutto molto opaco e le intenzioni poco chiare”, ha ribadito, esprimendo le perplessità del Governo, che ha “sui metodi di questa operazione un parere negativo, anche se questo non vuol dire che intendiamo stravolgere le regole del mercato o che ci sarà un intervento pubblico”.