02 gennaio 2017 | 15:29

Wind Tre investirà 7 miliardi in infrastrutture digitali. Il ceo Maximo Ibarra: per noi comincia una grande sfida di mercato

“Comincia una grande sfida di mercato, un’importante fase di sviluppo per l’economia digitale nel nostro Paese. Vogliamo essere leader nella relazione con i clienti grazie alla qualità delle nostre infrastrutture, alla trasparenza delle nostre offerte e alla passione delle nostre persone”. Così il ceo di Wind Tre, Maximo Ibarra, commenta, nel primo giorno lavorativo utile, la fusione tra Wind e Tre, operativa dallo scorso 31 dicembre.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, ceo di Wind Tre

Wind Tre realizzerà importanti efficienze e investirà, nei prossimi anni, 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali, spiega una nota. Tra gli obiettivi supportati dalla nuova capacità finanziaria e industriale anche nuovi servizi, maggiore velocità di rete per rispondere alla crescente domanda di connettività e aspettative di consumo di famiglie ed imprese.

L’azienda – prosegue la nota – ha l’obiettivo di diventare un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all’accordo con Enel Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia.