Per Natixis quella di Vivendi su Mediaset è un’Opa amichevole. La banca francese: per superare lo stallo, il 51% delle tv in chiaro a Fininvest, poi un’alleanza italo-francese

Un’opa amichevole su Mediaset e Mediaset Spagna, seguita dal trasferimento del 51% delle televisioni in chiaro a Fininvest. Potrebbe essere questa la strada per disinnescare lo scontro tra Vivendi e la famiglia Berlusconi, secondo uno scenario ipotizzato da Natixis, banca d’affari transalpina che ha aiutato il gruppo guidato da Vincent Bolloré a costruire la sua posizione del 29,9% in Mediaset.

Nella foto Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

Secondo Natixis questa soluzione permetterebbe alla famiglia Berlusconi di continuare a gestire le sue storiche televisioni mentre Vivendi potrebbe consolidare i restanti asset (pay tv, produzione e diritti) e si alleerebbe con Fininvest nella gestione delle televisioni in chiaro e potrebbe scansare gli ostacoli regolatori. Per realizzare un’operazione di questo tipo Natixis stima un investimento iniziale di 2,8 miliardi da parte dei francesi
“Questo non è altro che uno scenario in questa fase, ma sembra credibile in quanto risolverebbe molti problemi” scrivono gli analisti, secondo quanto riporta Bloomberg. (ANSA).

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Partenza zoppicante per Dazn: segnale in ritardo, tifosi infuriati. Perform: grande successo, prontamente intervenuti

Calcio in tv, a Napoli è boom dei decoder pirata con Dazn

Tragedia di Genova, dopo il duro colpo alla reputazione del gruppo, l’impegno di Autostrade ‎per la città