10 gennaio 2017 | 17:01

Facebook pensa alle pubblicità nei video. Secondo le indiscrezioni il social pronto a inserire mini spot da 15 secondi a metà delle clip lunghe almeno 1 minuto e mezzo

Facebook vuole fare cassa con i video. Stando alle indiscrezioni raccolte dal sito ReCode, il social starebbe per iniziare a mostrare inserzioni nel mezzo dei filmati guardati sulla sua piattaforma, con le entrate pubblicitarie che saranno spartite con gli editori. A differenza di YouTube, che mostra la pubblicità prima dell’inizio di un video, Facebook sarebbe intenzionato a far comparire lo spot, lungo 15 secondi al massimo, almeno 20 secondi dopo l’avvio della riproduzione, e all’interno di video abbastanza lunghi, che durano almeno un minuto e mezzo. In questo modo gli utenti che abbandonano alle prime battute la visione di un filmato non incappano nell’inserzione.

Mark Zuckerberg (foto Olycom)

Come YouTube, invece, la compagnia darebbe il 55% degli introiti pubblicitari agli editori. La mossa, consentirebbe dunque a Facebook di monetizzare i video ospitati sulle sue pagine, visti per un totale di 100 milioni di ore al giorno dagli utenti, secondo quanto affermato dalla società agli inizi del 2016.

Gli utenti, tuttavia, potrebbero non gradire questa novità, che secondo Bloomberg “rischia di rompere il modello perfetto di business” della creatura di Mark Zuckerberg.