13 gennaio 2017 | 16:39

Il Washington Post lancia una newsletter settimanale con i commenti più interessanti pubblicati sul sito. Teddy Amenabar, comments editor: così capiremo meglio i loro interessi

Daniela Colombo – Il Washington Post punta sui commenti e lancia una nuova newsletter settimanale, al venerdì, dedicata proprio alle opinioni più significative e coinvolgenti pubblicate sul suo sito dai lettori. Una scelta questa che va in netta controtendenza rispetto a quanto fatto da diversi giornali e testate online che hanno invece scelto di ridurre lo spazio dedicato ai pensieri dei lettori per dirottarli verso le pagine costruite intorno ai vari profili social.

A curare i contenuti di ‘Read these Comments’, questo il nome della nuova iniziativa, al via oggi, è Teddy Amenabar, comments editor del giornale di Jeff Bezos, che ha il compito di scegliere i commenti più interessanti guardando a diversi fattori, che spaziando dal contenuto, al numero di apprezzamenti ricevuti, ma anche alla discussione che hanno saputo generare. Ai lettori viene data anche la possibilità di collaborare nella selezione, segnalando i commenti più apprezzati via mail.

Teddy Amenabar (foto Twitter)

“Sono alla ricerca non solo di quei commenti in grado di riassumere le discussioni, ma anche di quelli che riescano a esprimere punti di vista interessanti, sui quali non è stato detto molto”, ha spiegato Amenabar a Journalism.

“Ci sono storie che suscitano molte discussioni, ma non sempre sono le più lette”, ha precisato, sottolineando come spesso riguardino temi come le manifestazioni sportive locali o la politica. “La newsletter è anche un esperimento per indagare dove i lettori sono più coinvolti”, ha aggiunto, nella convinzione che i commenti possano servire da spunto soprattutto per i giornalisti.