La raccolta del canone Rai in bolletta è andato molto bene, dice a Mix24 la presidente di Enel, Grieco. Con Telecom Italia nessuna concorrenza sulla banda larga: abbiamo cercato di realizzare una convergenza infrastrutturale

Il pagamento del canone Rai nella bolletta elettrica, a partire da luglio 2016, “è andato molto bene abbiamo raccolto i soldi e poi li versiamo all’Agenzia delle Entrate”. A dirlo Patrizia Grieco, presidente di Enel a Mix24 su Radio 24, spiegando che “all’inizio ho espresso dei problemi per l’ingranaggio e la complessità della cosa ma poi è andato molto bene”. Complessivamente con il canone in bolletta sono stati raccolti “2 miliardi da tutti gli operatori”.

Patrizia Grieco (foto Olycom)

La presidente ha parlato anche dell’impegno di Enel nella banda larga, dopo l’ingresso nel mercato della controllata Enel Open Fiber. “Non c’e’ nessuna concorrenza” con Telecom Italia”, ha ribadito. “Enel non è entrata nei servizi di tlc, ma ha cercato di realizzare una convergenza infrastrutturale”, ha specificato ancora Grieco. Poi, “abbiamo ripetutamente offerto a Telecom Italia di aderire alla nostra offerta infrastrutturale e l’azienda potrebbe aderire in alcune situazioni. Noi andiamo avanti con il nostro progetto”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre