23 gennaio 2017 | 17:00

Cresce il peso pubblicitario di Snapchat, scelto da molti brand come terzo partner dopo Google e Facebook. Il ceo di Wpp, Sorrell: non è escluso che in futuro possa anche scavalcare il social di Zuckerberg

Il numero degli utenti di Snapchat continua a crescere e, in attesa del suo sempre più probabile debutto a Wall Street, previsto per la prossima primavera, parallelamente cresce anche l’attenzione che all’app riservano agenzie pubblicitarie e brand. A metterlo in evidenza Martin Sorrell, ceo di Wpp, una delle più grandi agenzie pubblicitarie al mondo, che in una chiacchierata con Business Insider, in occasione dell’ultimo Consumer Electronics Show di Las Vegas, ha evidenziato il ruolo sempre più importante della chat dei messaggi usa e getta – che nel frattempo tra le sue stories e il canale discover dedicato alle news ha allaragato la sua sfera d’azione – visto ormai come “terzo” partner pubblicitario.

Martin Sorrell (foto Olycom)

In testa rimangono ampiamente Google e Facebook, ha spiegato Sorrell, su cui Wpp nel 2016 ha speso rispettivamente 5 miliardi di dollari e 1,7 miliardi dei budget sei suoi clienti. Ma alle loro spalle è cresciuta Snapchat con investimenti pari a 90 milioni di dollari.

Certo le cifre sono ben diverse, ma quanto speso sull’app creata da Spiegel e Murphy deve far pensare, considerando che i progetti iniziali prevedevano investimenti da 20-30 milioni. In un futuro, ha concluso Sorrell, non è escluso che Snapchat possa addirittura “scavalcare” Facebook nelle preferenze di molti investitori pubblicitari.