24 gennaio 2017 | 15:37

Can Dundar, giornalista anti-Erdogan in esilio, lancia ‘Siamo liberi’, portale bilingue dedicato alla Turchia

‘Ozguruz’, siamo liberi. Si chiama così il nuovo portale d’informazione online lanciato oggi in Germania dal giornalista turco in esilio Can Dundar, oppositore del presidente Recep Tayyip Erdogan. Il sito, messo in rete in occasione del 24esimo anniversario dell’omicidio del reporter turco Ugur Mumcu, è bilingue (turco e tedesco) ed è il frutto della collaborazione con l’organizzazione di giornalismo investigativo Correctiv. Lo scopo del progetto è quello di informare sulla situazione della Turchia, che “sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia”, ha spiegato lo stesso Dundar.

Can Dündar con la moglie (Foto Olycom)

Ex direttore del quotidiano laico Cumhuriyet, tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 Dundar ha passato quasi cento giorni in prigione con il suo caporedattore, Erdem Gul, per lo scoop sul passaggio in Siria di tir carichi di armi dei servizi segreti turchi, per il quale Erdogan promise che avrebbero pagato un “caro prezzo”.

Condannato in primo grado grado a 5 anni e 10 mesi per rivelazione di segreto di stato, il giornalista è riparato all’estero alla vigilia del fallito golpe dello scorso luglio e , ricorda Ansa, attualmente risulta destinatario di almeno 2 mandati di cattura in Turchia.