24 gennaio 2017 | 20:57

Il Gruppo 24 rafforza il sistema di controllo interno. L’ex magistrato Gherardo Colombo nominato presidente dell’Organismo di Vigilanza, composto anche da Arrigo Berenghi e Maurizio D’Andrea

Il consiglio di amministrazione del Sole 24 Ore Spa, riunito in data odierna sotto la presidenza di Giorgio Fossa, ha nominato all’unanimità l’Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001 composto da Gherardo Colombo, con funzioni di presidente, Arrigo Berenghi e Federico Maurizio D’Andrea.

Gherardo Colombo (foto Olycom)

Gherardo Colombo (foto Olycom)

La nomina di tre professionisti di assoluta rilevanza rafforza il sistema di controllo interno della società. In particolare, Gherardo Colombo è stato Pubblico Ministero presso la Procura di Milano fino al 2005, giudice presso la Corte di Cassazione fino al 2007 e, dopo aver lasciato la magistratura, ha assunto incarichi in società editrici, ha fatto parte del cda della Rai (2012-2015), dal 2012 è presidente dell’Odv della Banca Popolare di Milano e dall’agosto 2016 è coordinatore del Comitato per la legalità e la trasparenza del Comune di Milano.

Arrigo Berenghi è esperto di fiscalità bancaria e degli enti finanziari, di sicurezza del lavoro e di riorganizzazioni di grandi gruppi societari, tra i quali, il gruppo Ras. Ha poi curato l’acquisizione dell’Ilva da parte del Gruppo Riva ed è stato consulente tributario per Banca Popolare di Milano, Banca Popolare Pugliese e Gruppo ING. Ha anche svolto attività di formazione e di docenza, in particolare per la Scuola Centrale Tributaria “Ezio Vanoni” del Ministero delle Finanze.

Federico Maurizio D’Andrea, dall’1981 al 2007 ha operato nel Corpo della Guardia di Finanza e, in particolare, al Nucleo centrale di Polizia tributaria, al Comando generale e al Nucleo speciale Polizia valutaria di Roma, Responsabile della sezione di Polizia giudiziaria della Gdf presso la Procura del Tribunale di Milano. E’ stato Capo di Stato Maggiore del Comando Regionale Lombardia e Comandante Provinciale di Bergamo. Dal 2007 al 2015 è stato responsabile della Direzione Audit del Gruppo Telecom Italia e a fine 2015 ha assunto la presidenza della Olivetti. E’ stato anche presidente di Sogei Spa e da luglio 2016 fa parte del Comitato per la legalità e la trasparenza del Comune di Milano.