25 gennaio 2017 | 12:15

Nasce a Roma ControCorrente, nuovo sindacato giornalisti per promuovere “innovazione e cambiamento”. A guidarlo Giannetto Baldi

È nata a Roma ControCorrente, nuovo soggetto politico sindacale che riunisce giornaliste e i giornalisti che si sono ritrovati nell’assemblea nazionale dello scorso 9 novembre e che “credono nel percorso di cambiamento di cui la nostra categoria e i suoi organismi hanno estremo bisogno”. L’obiettivo, spiega la nota stampa che ne annuncia la creazione, è quello di “battersi per un’informazione libera, contro ogni censura, contro i tagli indiscriminati che colpiscono gravemente l’autonomia della professione giornalistica”.

“Cambiamento e innovazione tanto più necessari in una situazione di grande incertezza per i colleghi che lavorano in tutte le realtà editoriali, dalla carta stampata alle agenzie di stampa, dall’emittenza radiotelevisiva alle testate online. Per non parlare dei freelance e delle migliaia di precari che la crisi spinge sempre più ai margini di un mercato del lavoro editoriale che attraversa la fase di più acuta crisi dal dopoguerra”.

A coordinare il lavoro del nuovo movimento, in questa prima fase, fino alla prima Assemblea pubblica che si terrà nelle prossime settimane, sarà Giannetto Baldi.

Tra i primi impegni che ControCorrente ha assunto, il sostegno ai giornalisti di Sky, in sciopero contro i piani di licenziamenti e trasferimenti; ai cronisti dell’Unità “minacciati da una pesante ondata di licenziamenti, ora convocati in assemblea permanente in attesa della riunione del cda fissata per il primo febbraio”; a Federica Angeli nel processo contro il clan Spada per le minacce subite; oltre che il confronto con le autorità per ottenere per la riapertura della sale stampa del Comune e della Questura di Roma

ControCorrente sarà inoltre presente anche alla manifestazione #365 giorni senza Giulio organizzata oggi a Roma da Amnesty International, a un anno dalla morte di Giulio Regeni.