26 gennaio 2017 | 11:25

Sky chiude il primo semestre 2016-2017 con utili in calo per i costi della Premier. In Italia ricavi cresciuti del 9%, con un +141% per l’utile operativo

Il gruppo Sky ha chiuso il primo semestre dell’esercizio 2016-2017 con 6,4 miliardi di sterline di ricavi, in crescita del 12% rispetto all’esercizio precedente e del 6% a cambi costanti, mentre i profitti operativi sono scesi del 9%, a 679 milioni, a causa di un aumento di 314 milioni di sterline dei costi per la Premier League. I risultati sono stati conseguiti anche grazie al raggiungimento di 200 milioni di sterline di risparmi con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza di fine esercizio.

La società britannica, alle prese con l’operazione di acquisizione totalitaria multimiliardaria della controllante statunitense 21st Century Fox, ha visto l’utile netto semestrale calare dell’11% a 321 milioni di sterline.

Jeremy Darroch

Jeremy Darroch

“Abbiamo conseguito una forte performance semestrale attraverso tutto il gruppo, continuiamo a fare significativi progressi rispetto alla nostra strategia e siamo sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi annuali”, ha commentato il ceo Jeremy Darroch. La società ha affermato di essere sulla buona strada per raggiungere i target fissati per l’intero esercizio fiscale nonostante l’incerto contesto operativo in Regno Unito e in altre aree dell’Europa presidiate come l’Italia.

Venendo al nostro Paese, stando a  emerge dai dati semestrali della controllante britannica Sky Plc, da cui si rileva come i ricavi siano aumentati del 4% a basi omogenee, escludendo cioè i ricavi una tantum da rivendita dei diritti TV delle Olimpiadi di Rio, Sky Italia ha registrato nel primo semestre una crescita dei ricavi del 9% a/a a 1,434 miliardi di euro (1,236 miliardi di sterline) in scia al +14% messo a segno dalla raccolta pubblicitaria.

Nel periodo la pay-tv italiana ha visto inoltre l’utile operativo crescere del 141% a 81 milioni di euro (70 milioni di sterline). Alla fine del semestre i clienti sono saliti a 4,809 milioni con 45 mila nuovi clienti nel secondo trimestre. ”Questa eccellente performance è stata guidata da una crescita totale dei clienti di 67 mila unità” si legge nella nota. “Abbiamo accresciuto la nostra base clienti per il quinto trimestre di fila – spiega Sky – e i profitti operativi del primo semestre hanno raggiunto il livello più alto degli ultimi cinque anni”.