26 gennaio 2017 | 16:53

Lunedì 30 gennaio torna su Canale5 l’Isola dei Famosi. Studieremo l’animo umano, dice la conduttrice Alessia Marcuzzi, puntando sulla comicità dei concorrenti

Emanuele Bruno – Arriva l’‘Isola dei Famosi’ su Canale 5, la terza sotto le insegne del Biscione (al varo lunedì sera contro il fenomeno ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ su Rai1), e sono ancora una volta polemiche vere e strumentali ad accompagnare l’esordio del reality che ha nella provocazione uno dei naturali motivi di richiamo.

Bocciate all’ultimo momento Wanna Marchi e sua figlia come concorrenti (il Biscione alla fine ha transato per non averle), perdonato (per le infelici dichiarazioni al GF Vip) e mandato nel Caribe a fare l’inviato Stefano Bettarini al posto di Alvin, l’Isola si presenta ai nastri di partenza con tante novità. Sarà ancora una volta condotta da Alessia Marcuzzi, ma avrà come opinionista Vladimir Luxuria al posto della rodata coppia formata da Alfonso Signorini e Mara Venier. Tra i concorrenti più attesi alla prova ci sarà la pornostar Malena, a raccogliere una sorta di testimone virtuale da Rocco Siffredi.

La presentazione dell’Isola dei Famosi’. Da sinistra: Paola Primavori, Vladimir Luxuria, Giancarlo Scheri, Alessia Marcuzzi, Cristiana Farina e Leonardo Pasquinelli

Ma non dovrebbe essere la pruriginosità il registro di questa edizione. Produttore, autori, rete puntano sulla comicità più o meno involontaria dei partecipanti. Lo hanno detto e ribadito, in sede di presentazione, il direttore della rete Giancarlo Scheri, e poi Leonardo Pasquinelli di Magnolia, la coordinatrice degli autori Cristiana Farina, e la conduttrice Alessia Marcuzzi che ha promesso un’edizione ‘antropologica’. “Studieremo l’animo umano” ha detto Marcuzzi, spiegando che, tra i concorrenti che possono diventare personaggi chiave, vede buone potenzialità nella cantante neomelodica Nancy Coppola, in Eva Grimaldi, nel rapper Moreno e ovviamente in Andrea Ceccherini. Ha detto di credere molto sul carisma e la cultura di Giulio Base, invece, Vladimir Luxuria.

Marcuzzi e Scheri hanno rimarcato come il cast di personaggi (e caratteri) sia stato scelto appositamente per favorire lo sviluppo di situazioni divertenti. Funzionali a questi sviluppi sono i nuovi meccanismi pensati per il gioco e le varie prove obbligatorie. I naufraghi approderanno su una spiaggia dove faranno inizialmente vita da primitivi, poi i più abili e i più scaltri evolveranno fino a conquistare gli ‘agi’ dell’era della caverne, e quindi, il fuoco, i metalli (la disponibilità di suppellettili per la vita ordinaria) e infine la possibilità di sfruttare la terra, la pastorizia, il mare.

Pezzi di ‘Isola’ saranno disseminati come sempre nelle trasmissioni contenitore del Biscione e sulle reti tematiche di Mediaset, mentre l’emittente radiofonica partner sarà Radio 105, che gestirà pure una social room che interagirà con il programma. L’Isola sarà più social che mai e sarà raggiungibile, oltre che navigando sul sito, utilizzando l’app di Mediaset.

In tema ‘branded entertainment’, finora è stata annunciata e sarà attiva alla prima puntata la partnership con Campari, che accompagnerà i naufraghi con le sorprese a cura di Aperol Spritz.

Giancarlo Scheri conta di replicare risultati di ascolto all’altezza delle precedenti due edizioni (al 25% di media la prima, al 22,5% quella dell’anno scorso). “Ma non sarà facile – ha detto a ‘Prima’ il direttore – visto che dovremo confrontarci con le ultime due puntate de ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ e poi, come l’anno scorso, con ‘Il Commissario Montalbano’”. Scheri è soddisfatto delle performance autunnali di Canale 5 (“Siamo stati l’unica generalista a crescere…”) e pensa di fare molto bene anche nella seconda parte della stagione. Controprogrammazione a Sanremo? Soft ma fino ad un certo punto. Contro il Festival di Carlo Conti, ma anche di Maria De Filippi, Canale 5 programmerà un filotto di pellicole premiate con l’Oscar. Tagli al budget? “Non sono previsti”. Scheri conta molto sulla fiction ‘Amore pensaci tu’, al via a febbraio sull’ammiraglia.