31 gennaio 2017 | 17:31

Rai Pubblicità chiude la raccolta 2016 in crescita del 7,8% rispetto al 2015. Bene anche gli investimenti per la radio, cresciuti del 7,5%

Rai Pubblicità chiude il 2016 con una raccolta della concessionaria per l’anno pari a 700 milioni di euro, in crescita del 7,8% rispetto al 2015, il doppio dell’ultima stima Nielsen del mercato pubblicitario 2016 (+3,2%). Diversi gli eventi di punta che hanno scandito i mesi del 2016, come il Festival di Sanremo, archiviato dalla concessionaria guidata da Fabrizio Piscopo con una raccolta di 25 milioni di euro; le con Don Matteo, il ritorno del Commissario Montalbano, l’attesissimo Braccialetti Rossi e la serie kolossal I Medici; il format musicale The Voice of Italy, che ha segnato un record di fatturato per il settore Iniziative Speciali di Rai pubblicità, e gli appuntamenti estivi organizzati da Rai Radio2 on air e sul territorio come il Lucca Summer Festival e il CaterRaduno; programmi come Pechino Express; senza dimenticare lo sport con gli Europei di calcio e le Olimpiadi.

Fabrizio Piscopo (foto Olycom)

Fabrizio Piscopo, amministratore delegato di Rai Pubblicità (foto Olycom)

Fatturato record anche per la raccolta radiofonica, con Radio Rai che ha chiuso il 2016 con un incremento del 7,5% rispetto al 2015, registrando una crescita di oltre tre volte superiore l’andamento complessivo del comparto radiofonico (+ 2,3%).

Un bilancio nel quale, sottolinea la nota di viale Mazzini, ha giocato un ruolo positivo la nuova organizzazione dell’Area Radio di Rai Pubblicità, voluta proprio da Francesco Barbarani, Direttore Area Radio e Web della concessionaria, con la creazione di un nuovo comparto dedicato alla gestione dei rapporti con i Centri Media, potenziamento dei Progetti Speciali sia sul versante vendite che nell’area marketing, rafforzamento della struttura con l’introduzione di nuovi ruoli di coordinamento nazionale e di raccordo territoriale, inizialmente al Nord e da gennaio di quest’anno anche al Sud.

La forza di Radio Rai ha trovato espressione soprattutto negli eventi, su cui Rai Pubblicità ha lavorato con offerte dedicate, come gli Europei di Calcio e le Olimpiadi, il Giro d’Italia e il Tour de France, La Formula1 e il MotoGp su Radio1; su Radio2 trasmissioni come M’illumino di meno e Caterraduno, Festival di Sanremo e Lucca Summer Festival, oltre all’Earth Day, l’Eroica, la Barcolana, Comics e il Maker Faire; su Radio3 Il Festival della Filosofia di Modena, quello della Letteratura di Mantova e l’immancabile Materadio.

Sul fronte dei dati di ascolto, aumentati gli ascoltatori sui target di Canale, registrando su Radio1 un incremento del 12% sul target Trade, del 15% su Radio2 sui 25-54 anni e del 7% su Radio3 sui Dirigenti.