01 febbraio 2017 | 15:47

MM presenta il nuovo sportello digitale per il servizio idrico a Milano. Semplici letture e gestione delle pratiche commerciali a portata di click per amministratori condominiali, aziende e privati cittadini

di Matteo Rigamonti – Una centrale di controllo a portata di click per gli utenti del servizio idrico a Milano. E’ stato presentato stamane da MM il nuovo sportello digitale del Servizio Idrico Integrato, alla presenza dell’assessore alla mobilità e all’ambiente Marco Granelli, di Davide Corritore, Stefano Cetti, e Nicola Rivezzi, rispettivamente presidente, direttore generale e direttore Information Technology di MM Spa.

Nella foto, da sinistra: Davide Corritore, Marco Granelli, Stefano Cetti, Nicola Rivezzi (Foto: Primaonline)

Il nuovo sportello digitale del servizio idrico milanese (attivo al sito sportellonline.mmspa.eu) consentirà alle persone intestatarie delle 55mila utenze della città di dialogare in modo più semplice, trasparente e diretto con il gestore dell’acqua.

“Utilizziamo la tecnologia per rendere i nostri servizi più efficienti”, ha spiegato il presidente di MM, Davide Corritore, “grazie alla dematerializzazione dei documenti cartacei, riducendo il tempo necessario per ottenere una prestazione e generando risparmi sui costi”.

Il nuovo servizio al cittadino, è stato precisato, non entrerà in alcun modo in competizione con i tradizionali sportello fisico e call center, ma ad essi si integrerà a beneficio dell’utente finale. Tanto del privato cittadino quanto dei numerosi amministratori di condominio e degli intestatari di utenze all’interno delle aziende.

Proprio dai “clienti business”, ha aggiunto Cetti, “ci aspettiamo un’interazione volta a migliorare continuamente il servizio”. E “saremo in grado”, ha precisato, “di digitalizzare il rapporto entro sei mesi” visto che “la domanda di cambiamento da parte dell’utenza è reale”. Non è un caso infatti che alla versione precedente del portale, dalle funzionalità più limitate e solamente informative, contava già il 20% degli iscritti tra le utenze complessive.

Il nuovo portale, invece, consetirà di fare tutto, dalla lettura del contatore in tempo reale alla gestione delle pratiche commerciali, scaricare la modulistica e compilarla, dialogando grazie ad una chat con l’help desk, autoletture e ristampa delle bollette, solo per fare qualche esempio.

Altro elemento importante è che a beneficiare dell’innovazione tecnologica saranno anche gli operatori di MM che lavorano sul territorio. Saranno dotati, infatti, dell’equipaggiamento software e hardware necessario ad interrogare le banche dati e le utenze ogni qual volta lo reputino utile. E saranno formati per farlo.

Qualcosa di simile al nuovo portale, infine, che si è ispirato a quanto già fatto in ambito elettrico e per il gas, è in cantiere anche per la gestione delle case popolari. Tutto rientra nell’ambito delle operazioni già programmate e dotate di copertura economica grazie allo stanziamento di 870 milioni di euro da qui al 2037.

Un budget finanziato anche grazie all’emissione di bond sulla borsa di Dublino che consentiranno ad MM di non scaricare costi aggiuntivi sulla bolletta, avendo negoziato gli accordi in un momento in cui i tassi erano molto bassi.

L’interfaccia dello sportello