I talk show sono una lavatrice di news che confonde tutti. Parola di Antonio Albanese, secondo cui giornalismo e cinema hanno lo stesso problema: non riescono a raccontare il nostro tempo

“I programmi tv di approfondimento politico creano una lavatrice di news che confonde tutti i cittadini”. Ne è convinto Antonio Albanese, attore e regista, intervistato oggi su ‘Sette’ del ‘Corriere della Sera’, in occasione dell’uscita del suo nuovo film ‘Mamma o papà?’.

Antonio Albanese (Foto: Olycom)

Il cinema italiano, secondo Albanese, ha “lo stesso problema che hanno anche i giornalisti: la difficoltà di raccontare il nostro tempo. Succede di tutto, ma in realtà non succede un cazzo”.

Inoltre, “non tutti possono fare questo mestiere”, quello di attore. “Quando io ho cominciato si studiava, si lavorava sodo e poi ci si accorgeva se si era adatti. Oggi c’è una confuzione mostruosa: fai due scuregge e ti mettono su Youtube, ti tirano e ti esauriscono in pochi secondi. Eppure sul web non vedo questi grandi talenti”. Quelli bravi, precisa Albanese, “sono casi isolati in una galassia di miliardi di video non sempre pregevoli”.

Albanese, infine, ha un “primato: non ho mai visto una serie”. E “sulla decisione di non essere su Facebook o Twitter, conclude: “non ho tempo, davvero. E non credo che si debba per forza intervenire con un proprio pensiero su qualsiasi argomento”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky-Discovery Italia, partnership rinnovata per tre anni. Eurosport ancora sulla pay

X Factor, atto finale. Musica, sponsor, iniziative: come si costruisce un successo

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi e più venduti in edicola: Ads ottobre 2018