Nel 2016 raccolta in crescita del 9% per Ame, che cura la pubblicità dell’Internazionale e di Askanews (INFOGRAFICHE)

Sfiorata la crescita in doppia cifra per la raccolta pubblicitaria dell’Internazionale e di Askanews, curata dall’Agenzia del Marketing Editoriale Ame che fa capo al Gruppo Abete e il cui amministratore unico è Daniele Pelli.

Nonostante la tendenza del mercato pubblicitario su quotidiani e periodici in Italia abbia registrato un decremento del 5% (fonte Nielsen) circa tra il 2015 e il 2016, spiega una nota, nello stesso periodo la raccolta pubblicitaria di Ame sul settimanale Internazionale (sia carta che web e app) e l’agenzia di stampa askanews è aumentata del 9%.

A tre anni dal passaggio alla nuova gestione, i risultati di Ame dicono che il primo triennio si chiude con un +106%. Sebbene dal 2013 al 2016 il mercato pubblicitario su quotidiani e periodici in Italia abbia accusato un -20% (Elaborazione Dati Nielsen), la concessionaria ha saputo attirare l’interesse di aziende provenienti da diversi settori. Sono aumentati infatti gli investimenti da brand dell’industry della moda, ma anche dell’automotive, della tecnologia e del turismo.

“Il 2014/16 rappresenta il primo triennio della nostra gestione pertanto è giusto fare un punto sui numeri complessivi”- ha dichiarato il responsabile commerciale di AME Marco Di Marco – “Mentre il mercato pubblicitario era in perdita, AME ha ottenuto importanti risultati in termini di raccolta. Questo è stato possibile grazie ad una ristrutturazione interna , grazie alla sub-concessionaria Download e grazie al lavoro di affiancamento con il marketing di askanews con cui stanno nascendo progetti sempre più interessanti”. Conclude Di Marco: “Il 2017 sarà un anno difficile ma il nostro obiettivo resta una crescita a doppia cifra.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste