08 febbraio 2017 | 10:32

Dall’analisi del budget fino alla nomina di Milena Gabanelli nella direzione per il Coordinamento dell’Offerta Informativa. I temi affrontati dal Cda Rai

Dall’analisi della proposta di budget per il 2017 – che sarà votata nella prossima riunione, fino alle recenti decisioni sul piano strategico (all’accordo con Tim per i film italiani alla proiezione dell’azienda sul mercato digitale), passando per l’assunzione di Milena Gabanelli, annunciata lo scorso fine settimana. Questi i temi discussi nel corso della seduta del Cda Rai, che si è svolta il 7 febbraio, sotto la presidenza di Monica Maggioni e alla presenza del Direttore Generale Antonio Campo Dall’Orto. L’incontro era stata preceduto dalla richiesta da parte del consigliere Arturo Diaconale di invertire l’ordine del giorno per affrontare i temi caldi del momento e da qualche polemica da parte dei consiglieri che non hanno gradito di aver appreso la notizia della nomina dell’ex giornalista di Report mezzo stampa.

Nel corso dell’incontro, Il CdA, spiega la nota conclusiva del servizio pubblico, “ha ribadito la richiesta al Mef di avere una inequivocabile interpretazione della legge riguardo all’obbligo di applicazione del tetto dei 240 euro anche agli artisti”.

Per quanto riguarda invece l’arrivo di Gabanelli come vicedirettore della Direzione per il Coordinamento dell’Offerta Informativa, “il CdA”, continua la nota, “ha accolto positivamente la comunicazione dell’assunzione”, esprimendo “il proprio apprezzamento per la figura di Milena Gabanelli, professionista di provata ed eccellente esperienza, da decenni volto e guida di Report, programma di inchiesta che incarna lo spirito dell’informazione di Servizio Pubblico, certo del valore che la giornalista porterà all’azienda anche nel suo nuovo ruolo”.

In cdA, segnala Ansa, è approdato anche il caso dello scenografo e architetto del Festival di Sanremo, Riccardo Bocchini, dopo le polemiche seguite all’articolo del quotidiano ‘La Verità’ dei giorni scorsi che parlava di un suo coinvolgimento nell’inchiesta sui fratelli Biancifiori sulle assegnazioni irregolari di appalti nella tv pubblica. Il dg Campo Dall’Orto, ha specificato ancora l’agenzia, avrebbe annunciato che non verranno conferiti nuovi incarichi a Bocchini, che realizza anche scenografie per altri programmi Rai, fino a quando non verrà chiarita la sua posizione.