Mercato

09 febbraio 2017 | 15:39

Presentata alla Triennale di Milano la mostra dedicata a Fausta Squatriti, esempio dell’impegno di Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo nella valorizzazione del patrimonio artistico italiano

“Se il mondo fosse quadro, saprei dove andare…”. E’ il titolo della mostra presentata oggi alla Triennale di Milano dedicata elle opere di Fausta Squatriti. Una mostra monografica che si articola in tre differenti sedi: la Triennale di Milano, Gallerie d’Italia- Piazza Scala e Nuova Galleria Morone. Per l’occasione, oltre all’artista meneghina, sono intervenuti: Michele Coppola, responsabile dei beni archeologici e storico-artistici di Intesa Sanpaolo; Diego Viapiana, direttore di Nuova Galleria Morone; Elisabetta Longari, curatrice della mostra; Francesco Tedeschi, co-curatore per la sede di Gallerie d’Italia; Michel Gauthier, conservateur del Museo Pompidou; Andrea Cancellato, direttore generale della Triennale di Milano.

Nella foto, da sinistra: Diego Viapiana, Michele Coppola, Fausta Squatriti, Elisabetta Longari, Michel Gauthier, Andrea Cancellato (Foto: Primaonline.it)

“La mostra è un ulteriore esempio dell’impegno da parte di Gallerie d’Italia, Il polo museale e culturale di Intesa Sanpaolo, nel promuovere  e valorizzare il patrimonio artistico e culturale della città di Milano e in Italia”, ha spiegato Coppola. Una mostra resa possibile grazie alla collaborazione della Triennale di Milano, ha ricordato Cancellato, e di Nuova Galleria Morone. Scegliendo come soggetto “un’artista visiva, poliedrica e non certo incasellabile in alcuna etichetta stilistiche nota”, ha aggiunto Longari. Un “onore” e un “orgoglio” poterla ospitare, ha concluso Viapiana.

Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo partecipano alla mostra monografica ospitando 15 opere dell’artista e dedicando un omaggio all’impegno letterario di Fausta Squatriti, la lettura del monologo ‘Benvenuti!! (istruzioni per l’uso)’ giovedì 23 gennaio alle 19.

Sempre presso le Gallerie di Piazza Scala 6 a Milano rimarrà esposta fino al 5 marzo 2017 la mostra ‘Bellotto e Canaletto, lo stupore e la luce’ con ingresso gratuito per le scolaresche, i minori di 18 anni e ogni prima domenica del mese.