17 febbraio 2017 | 11:59

Le tensioni tra Mediaset e Vivendi giocano a favore di Sky. Secondo il ‘Sole’ trattative sempre più serrate tra la tv di Murdoch e Cologno per il passaggio di Premium

Entra nel vivo la trattativa tra Sky e Mediaset per la cessione di Premium. Lo scrive oggi Il Sole 24 ore, sottolineando come dopo il fallimento dell’accordo con Vivendi per l’acquisto della pay tv e la scalata dei francesi nel capitale di Mediaset, il colosso internazionale di Murdoch avrebbe avviato un confronto con Cologno per capire se “si fossero create le condizioni per riaprire un tavolo di trattative”.Il negoziato – precisa il giornale, “sarebbe ora in pieno svolgimento”, con la questione del prezzo, in passato decisivo “per far saltare potenziali accordi”, che “non sarebbe più ritenuto insormontabile”.

Nella foto: Rupert Murdoch, Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

“Un eventuale accordo per la cessione della pay tv non passerebbe da alcuna assemblea, in quanto di competenza del consiglio di amministrazione”, ma la situazione cambierebbe se Vivendi dovesse lanciare un’Opa su Mediaset o chiedere un’assemblea per l’allargamento del Cda, con nel primo caso. Secondo il quotidiano, dunque “ci sarebbe dunque spazio per trovare un’intesa in tempi stretti” con Sky.

“Penso sempre che quando ci sono situazioni di stallo di gruppi industriali è meglio che si trovino degli accordi”, aveva detto il presidente di Banca Imi, Gaetano Miccichè, rispondendo ad una domanda sulla vicenda Mediaset e Vivendi. In realtà la vicenda sembra ancora lontana da una soluzione, mentre si avvicinano le scadenze. Come il 21 marzo, giorno in cui, ricorda il quotidiano “è fissata la prima udienza civile a Milano della causa avviata da Mediaset e Fininvest per l’esecuzione del contratto e i relativi danni”, mentre entrò metà aprile “l’Agcom fornirà il risultato ufficiale della sua istruttoria sulla questione, con precedenti probabili udienze delle parti”.