21 febbraio 2017 | 11:38

Da un mese in stato agitazione per la mancata nomina del caporedattore. L’assemblea del Tgr dell’Emilia Romagna affida al Cdr un pacchetto di 3 giorni di scioperi

“La Redazione della TgR Rai dell’Emilia-Romagna è dal primo luglio dell’anno scorso senza Caporedattore. Da mesi si attende una nomina, nonostante siano già state completate tutte le procedure formali che dovrebbero portare alla decisione”. Così un comunicato della Testata giornalista regionale dell’Emilia-Romagna. “Per questo, il 18 gennaio scorso l’Assemblea di Redazione ha proclamato lo stato di agitazione, affidando al Cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero”.

“A distanza di oltre un mese ancora non c’è una risposta e l’Azienda continua a dilatare i tempi e a non rispettare gli impegni”, continua ancora la nota diramata nella serata del 20 febbraio.

“Pertanto l’Assemblea ha deciso di riaggiornarsi a lunedì per avviare le procedure di sciopero in caso di una mancata decisione”.

“L’Assemblea ribadisce la necessità di individuare in tempi brevissimi una figura responsabile, di alto profilo professionale e chiede all’Azienda di operare una scelta indipendente, autonoma e sganciata dalla politica, a garanzia di una corretta informazione e del ruolo del servizio pubblico”.