YouTube taglia gli spot lunghi e dal 2018 si prepara a dire addio ai video da 30 secondi per sostituirli con formati più brevi

A partire dal 2018 YouTube smetterà di mostrare le pubblicità di 30 secondi che non possono essere saltate prima della riproduzione di un video, proponendo spot di più brevi. A riportarlo il sito inglese Campaign, che, riprendendo le parole di un portavoce della piattaforma di videosharing, segnala come l’obiettivo si quello di focalizzarsi su formati che “si adattino  meglio ai bisogni di investitori e utenti”.

Le inserzioni di durata minore, compresi i video da 20 secondi, segnala ancora il sito, dovrebbero rimane e non si potranno saltare. Così come sembra probabile l’intenzione di YouTube di puntare maggiormente sui formati adv ‘unskippable’ da 6 secondi, introdotti l’anno scorso ad aprile.

Susan Wojcicki, ceo di YouTube

La mossa potrebbe non piacere agli inserzionisti, ma secondo gli esperti risponde al tentativo di YouTube di mantenere vivo l’interesse del suo pubblico, davanti anche alla concorrenza sempre più agguerrita di Facebook.

Attualmente, l’unico modo per usare YouTube senza annunci pubblicitari è la sottoscrizione del servizio Red, al momento non ancora disponibile in Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky-Discovery Italia, partnership rinnovata per tre anni. Eurosport ancora sulla pay

X Factor, atto finale. Musica, sponsor, iniziative: come si costruisce un successo

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi e più venduti in edicola: Ads ottobre 2018