22 febbraio 2017 | 13:35

Barilla Center for Food & Nutrition e Thomson Reuters Foundation promuovono un premio giornalistico su cibo e sostenibilità

Da anni impegnato con il Center for Food & Nutrition sul tema del rapporto tra cibo e sostenibilità ambientale, il gruppo Barilla ha promosso assieme a Thomson Reuters Foundation il ‘Food Sustainability Media Award‘, un premio internazionale per i giornalisti impegnati su questo tema. Non che i media non parlino di cibo, anzi ne parlano tantissimo, ma soprattutto con riferimento al gusto: un aspetto importante che però non esaurisce certo l’argomento, tralasciando problemi capitali come la mancanza di cibo in alcune aree del pianeta e l’eccesso in altre. E visto che il ruolo dei media è fondamentale per portare un argomento all’attenzione dell’opinione pubblica, il gruppo di Parma ha pensato di stimolare con questo premio il mondo dell’informazione.

L’idea era nata in embrione durante Expo 2015, dal confronto con un centinaio di professionisti tra cui alcuni rappresentanti dei media, che avevano messo l’accento proprio sulla necessità ma anche la difficoltà d’informare su questi aspetti. “Attraverso il lavoro dei media ci auguriamo di alimentare il dibattito mondiale”, ha detto il presidente di Bcfn, Guido Barilla.

Guido Barilla (foto Olycom)

I lavori, che possono essere sia inediti sia già pubblicati, devono essere presentati entro il 31 maggio attraverso il sito Goodfoodmediaaward. A quelli pubblicati andranno 10mila euro ciascuno nelle categorie miglior pezzo scritto, miglior video e miglior foto. Gli inediti saranno premiati con un corso di formazione con gli esperti della Thomson Reuters Foundation all’università di Oxford. I vincitori saranno annunciati al Forum Bcfn del 5 dicembre 2017.