24 febbraio 2017 | 11:57

“Mai stata in Procura a consegnare documenti sulla Rai”. La presidente Maggioni smentisce il quotidiano ‘La Verità’

In merito a notizie pubblicate questa mattina da un quotidiano, la Presidente della Rai, Monica Maggioni, smentisce, in una nota, di “essersi recata presso la Procura della Repubblica di Roma per colloqui inerenti la Rai e, tantomeno, per consegnare documenti riguardanti l’Azienda”. 

Monica-Maggioni-olycom

Monica Maggioni (foto: Olycom)

La smentita si riferisce a quanto scritto stamattina dal quotidiano La Verità nel servizio ‘La presidente della Rai in Procura per le tangenti’, di Fabio Amendolara e Carlo Piano. “Ieri mattina il presidente della Rai, Monica Maggioni, ha incontrato alla Procura di Roma il pm Paolo Ielo, lo stesso magistrato che conduce l’inchiesta sulle presunte tangenti che l’imprenditore David Biancifiori dichiara di aver pagato a un nutrito gruppo di funzionari della televisione di Stato”, riporta il giornale. “Là Maggioni, che non è8 stata convocata ma aveva concordato un appuntamento, ha consegnato documentazione, allegati ed esposti che riguarderebbero appalti Rai sospetti e presunte mazzette. Un anno fa il cda di Viale Mazzini aveva approvato il piano triennale di lotta alla corruzione che prevede norme moltopiù severe e restrittive rispetto al passato, accogliendo le raccomandazioni dell’Anac che più volte ha stigmatizzato assunzioni dubbie e bandi di concorso non trasparenti. La stessa presidente aveva sottolineato che «il senso dell’azienda si può riassumere in tre parole: impegno civile, etica e lotta alla corruzione»”.