Protagonisti del mese

25 febbraio 2017 | 8:43

Dopo aver riportato alla redditività i suoi periodici, Mondadori lancia il mensile Giallozafferano e il popolare Spy

L’arrivo di Banzai Media ha dato anche una spinta all’evoluzione dei periodici della Mondadori, che a breve lancerà il mensile Giallozafferano e il popolare Spy. Carlo Mandelli, direttore generale Periodici, e Andrea Santagata, vice con la delega per il digitale, raccontano come e cosa sta cambiando nei brand editoriali, tornati alla redditività dopo la perdita di 20 milioni del 2013.

“Veniamo da quattro anni di lavoro pazzesco sui periodici, li abbiamo rivoltati uno a uno per ridefinire il portafoglio, abbiamo reimpostato la strategia, creato una nuova concessionaria per la pubblicità, Mediamond, preso in casa l’unica vera pure digital company italiana, Banzai Media, che ha fatto cambiare faccia ai magazine del gruppo Mondadori da un giorno all’altro”, spiega Carlo Mandelli a ‘Prima’.

Nella foto: Carlo Mandelli, Andrea Santagata, Ernesto mauri

“Banzai Media sembrava creato nel digitale a immagine e somiglianza della Mondadori: tutti e due fortissimi nei femminili, nella cucina, nella salute, nel parenting”, osserva Andrea Santagata. “L’insieme delle due audience, la vicinanza dei target, i brand forti della nuova compagine hanno portato il gruppo, con l’acquisizione di Banzai Media, a quadruplicare i suoi volumi digitali in termini di contatti giornalieri. Abbiamo rafforzato l’offerta intorno ai brand più importanti. Pianeta Donna aveva un canale sul benessere fisico molto seguito, Mypersonaltrainer. Ma siccome il brand di riferimento sui femminili per noi è chiaramente Donna Moderna, lo abbiamo spostato sotto Donnamoderna.com che così è diventato leader tra i siti femminili con 7 milioni di utenti unici al mese. E Pianeta Donna è comunque secondo e supera i 5 milioni di utenti. (Guarda qui l’analisi dell’andamento dei due portali elaborata sui dati Audiweb di dicembre). Lo stesso per quanto riguarda la cucina, dove adesso Mondadori occupa i primi tre posti della classifica Audiweb con GialloZafferano, Salepepe.it e Cookaround; nella salute dove Starbene è diventato leader grazie anche al contributo di Farmaco e Cura, ex Banzai; al parenting con Nostrofiglio.it e Pianeta Mamma”.

“L’acquisizione di Banzai Media non significa che d’ora in poi il digitale dilagherà su tutti i nostri brand, ma che la loro presenza digitale potrà essere realizzata anche tecnologicamente nel modo migliore e con quei risultati di leadership che vogliamo mantenere attraverso il rafforzamento dei nostri 40 brand, estraendo valore da tutti i canali su cui possono essere presenti”, precisa Mandelli. “Oggi dei 300 milioni di fatturato dei Periodici Italia poco più del 50% deriva dalla diffusione, la quota restante è suddivisa tra digitale, pubblicità, attività internazionali e marketing service”.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 480 – Febbraio 2017

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone